L’appello degli ambulanti del mercatino delle pulci. “Noi confinati”.

Milazzo – Chiedono più visibilità. Si sono rivolti a 98zero per lanciare un appello alla politica locale. Sono gli ambulanti del mercatino delle pulci, l’iniziativa voluta dall’Assessore allo sviluppo economico Carmelo Torre partita gennaio scorso.

Appena dieci stalli a 150 euro l’uno, promesse di pulitura dell’area mai avvenute. La sede è la piazza della vecchia stazione ferroviaria – piazza della Repubblica – ‎una zona periferica di Milazzo dove i passaggi sono davvero pochi. Gli ambulanti, tra cui molti artigiani e artisti milazzesi, lamentano di esser stati confinati nel “nulla”. Nonostante le richieste nessuno è mai venuto a pulire l’area. La denuncia arriva anche da Antonio Catalfamo, Presidente dell’associazione culturale Prima il Territorio “non credo che Milazzo non abbia spazi più idonei allo svolgimento di questo tipo di attività commerciale che spesso coniuga tradizioni e artigianato locale. Confinare queste persone in quest’area, senza promozione, senza adeguata manutenzione, equivale a veder fallire gli intenti iniziali. Auspichiamo una celere soluzione a tutela di questi commercianti.”

Print Friendly



Articoli Correlati

Close