LA PISTA IMPRATICABILE

Si è molto sentito parlare di Bike Sharing, iniziativa che offre l’utilizzo di venticinque biciclette per i residenti del comune di Capo d’Orlando e per i turisti in visita.  Il merito di tale iniziativa va di certo attribuito al compianto assessore alla cultura e al turismo Antonio Librizzi, che sappiamo bene essere stato un grande amante delle due ruote. La brillante idea del Bike Sharing incita sicuramente a mettere da parte l’automobile per dedicarsi ad una sana passeggiata in bicicletta, respirando aria pulita. Per chi vuol godere della vista del mare e passeggiare sicuro, è possibile usufruire della pista ciclabile sita sul lungomare. Questa, inaugurata nel settembre 2006, è lunga un chilometro e mezzo circa e si prevede possa essere prolungata sino al borgo di San Gregorio soprattutto al fine di favorire una buona riuscita del progetto di Bike Sharing. Idea lodevole che 98071.it appoggia consapevolmente. Una pista ciclabile funzionante e fruibile è segno di civiltà, educazione e rispetto per l’ambiente. Su questo riteniamo non ci siano dubbi. Ma deve essere funzionante e fruibile non una trappola per i ciclisti.

Ma che pista ciclabile è?

Attualmente lo spartitraffico si interrompe di colpo all’altezza del Palavalenti e la striscia gialla che marca il confine tra la strada e l’area riservata alle biciclette è quasi invisibile. Il percorso presenta molteplici crepe sull’asfalto e a volte alcune automobili o motorini si sentono quasi in diritto di potervi sostare, creando così disagio a chi decide di intraprenderlo.

Ma che pista ciclabile è?
All’altezza del locale “Klaxon”, la pista è per un tratto ricoperta dalla sabbia, rendendo così più difficoltoso il passaggio. Se la pista ciclabile è stata definita spesso motivo d’orgoglio per Capo d’Orlando, bisogna che questa venga valorizzata come merita. E’ necessario quindi occuparsi costantemente della sua manutenzione al fine di migliorarne i difetti e renderla impeccabile agli occhi di tutti. Immedesimatevi, per un attimo, in un turista che visita per la prima volta Capo d’Orlando e si reca sul Lungomare Andrea Doria. Cosa potrà mai pensare nel vedere la pista ciclabile in queste condizioni e, per esempio, le panchine rivolte verso la strada e non verso il meraviglioso panorama che offre un tramonto sul mare? Cosa potrebbe mai pensare se non “Ecco, i soliti terrun!!!”
Print Friendly

clean-service


mt-infissi


uniscuole

Articoli Correlati

Close