chiaromonte_pp

L’ESPERIA PERDE L’INCONTRO DELL’ANNO


Al Palaoreto si affrontano le prime due della classe i padroni di casa del Kelona capolista del girone F  e la Irritec & Siplast che segue a tre lunghezze di distanza. Le premesse per una gara intensa ed emozionante ci sono tutte, e i contendenti in campo si danno battaglia a viso aperto per tutti i sessanta minuti di gioco. Gara sempre in equilibrio con risultato ad elastico e che vede i padroni di casa comunque sempre avanti nel punteggio, alla fine la spuntano i palermitani che cosi mettono una seria ipoteca sul primo posto (+6) che consente di aggiudicarsi il biglietto per lo spareggio con Castenaso (probabile avversario). I paladini giocano la loro gara non dandosi mai per vinti , si trovano due volte sull’orlo del baratro ma ne vengono fuori rientrando prepotentemente in gara. La svolta nei 300 secondi finali  , sul 30 a 29 i palermitani si dimostrano più precisi e piazzano il break deciso che chiude match e probabilmente torneo. I rosanero arrivano alla gara più importante della stagione con il seguente starting seven : Chiaromonte, Ipsaro in cabina di regia, Italiano e Torre terzini, Minissale e Palmeri Ali e Costa pivot. La posta in palio è alta e la tensione palpabile, per la prima rete bisogna aspettare due minuti di gioco con Ipsaro che segna l’uno a zero degli ospiti, al 5’ i padroni di casa ribaltano con l’uno – due di Saglimbene e Esposito. Sugli scudi i due portieri ed i troppi errori su entrambi i fronti con gara sempre in equilibrio ( 8 a 8 al 15’).Tra i paladini Torre appare sottotono e dalla panca ospite partono i primi cambi con Aveni per il 92 rosanero , e Ioppolo per Minissale. I padroni di casa piazzano un 3 a 0 ( 11 a 8 al 17’ 20’’) con Saglimbene, Cassata e Aragona.  La risposta ospite viene da Ipsaro e Palmeri , ( 11 a 10 al 19’), il kelona ci riprova con Provenzano(2)Pellicane, Aragona per il 17 a 12 (27’ 30’’) , sembra il break importante. La reazione rosanero è veemente, in 65 secondi confezionano un contro break con Palmeri(2) e Italiano e la prima frazione si chiude sul 17 a 15. La ripresa vede le due formazioni non risparmiare una stilla di energia fisica e nervosa, e la gara rimane di grande intensità, al 35’ siamo sul 19 a 18 con Palmeri ancora in grande spolvero, Chiaromonte continua a confezionare parate su parate , ma i rosanero sono oltremodo sciuponi sottoporta. Nonostante ciò l’Irritec & Siplast aggancia i padroni di casa al 40’ con Palmeri a siglare la rete del 23 pari. Ancora Cassata e la risposta di Costa per il 24 pari , i rosanero hanno la palla del vantaggio e la superiorità numerica , la percussione di Aveni è ottima trovando tempo e spazio giusto , ma il tiro a botta sicura trova la punta del piede dell’estremo difensore di casa e sul capovolgimento di fronte arriva la rete di Aragona ( 25 a 24). La rete galvanizza i padroni di casa che stavano soffrendo il rientro degli ospiti e sulle ali dell’entusiasmo allungano sul 27 a 24 (45’). Minissale scuote i suoi con una doppietta ( 28 a 26 47’) ancora Minissale intercetta un passaggio e s’invola in contropiede andando all’uno contro uno con il portiere , da dietro irrompe Pellicane che con una ginocchiata da dietro “stecca” il numero sette ospite( la sua partita finisce qui), da regolamento è rosso diretto ma gli arbitri optano per un due minuti ed il 7 metri, s’incarica Costa che con freddezza supera Passarello( 28 a 27) , La palla comincia a pesare ed è  Saglimbene a prendersi le responsabilità bucando la difesa ospite. Italiano riporta sotto i suoi ( 30 a 29) quando alla fine mancano 5’ minuti. Poi i trecento secondi fatali per le speranze orlandine , con qualche azione contestata dai paladini ma che tutto sommato premia la squadra che nei trecento secondi finali ha saputo gettare il cuore oltre l’ostacolo ed aver più “fame”. Al di là del risultato , un plauso va dato ad entrambe le formazioni , l’unico neo per l’ennesima conferma: l’inadeguatezza arbitrale, ancora una volta una infelice designazione arbitrale , coppia inadatta ad una gara così , che ha penalizzato entrambe le formazioni. Negli spogliatoi rosanero c’è amarezza ma comunque la consapevolezza di averci provato sino alla fine- “Quando si perdono gare così importanti, c’è sempre amarezza- esordisce mister Lenzo-ma diamo merito ad i nostri avversari , dispiace aver sprecato la “mostruosa” prestazione di Chiaromonte oggi a livelli eccelsi, ma nei momenti topici abbiamo sciupato il suo tesoretto non piazzando la zampata vincente. La matematica non ci condanna ancora, ma siamo realisti adesso il torneo possono davvero perderlo solo loro ; c’è inoltre da difendere il secondo posto dall’ assalto dell’Alcamo. Quindi dobbiamo tenere alta la concentrazione. “

Questo il Tabellino del match: KELONA PALERMO:Passarello,Calcaterra,Cassata(4),Pellicane(4)Provenzano(9),Saglimbene(12),Scalici,Aragona(4),Badagliaccio,Esposito(2),Randazzo,Testa,Lo Re,Aragona.All. Aragona I.IRRITEC & SIPLAST:Aveni A(3), Chiaromonte T,Costa D(4),,Gazia F,Incognito,Ipsaro Passione A,Ipsaro Passione M(6),Ioppolo C,Marici G(2), Minissale G(4),Palmeri A(7), Scibilia M, Torre M, Italiano D(5). All: Lenzo F

Arbitri: Vizzini Angelo & Guttadauro Emanuele.

 

 

PARZIALI
MIN PARZIALE MIN PARZIALE
02 – 01 35° 19 – 18
10° 05 – 04 40° 23 – 23
15° 08 – 08 45° 27 – 24
20° 11 – 10 50° 28 – 26
25° 13 – 11 55° 30 – 29
30° 17 – 15 60° 35 – 31

 

 

 

 

 

  KELONA PALERMO IRRITEC & SIPLAST 
Ammoniti Pellicani,Provenzano,Aragona Costa,Ioppolo,Scibilia,Lenzo
2 Minuti Pellicane(2),Provenzano,Saglimbene(2)Aragona Scibilia,Costa ,Aveni,Lenzo
Print Friendly

clean-service


mt-infissi


uniscuole

Articoli Correlati

Close