CC MILAZZO_pp

DUE ARRESTI PER DROGA


Nel pomeriggio di ieri, i Carabinieri della Compagnia di Milazzo ed in particolare i militari dell’Aliquota Radiomobile del N.O.R.M., hanno arrestato, in flagranza di reato, MISA Aldona Katarzyna, nata in Polonia, 35 anni, residente nel centro mamertino, disoccupata, con l’accusa di detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente. In particolare, i militari dell’Arma nel corso di alcune perquisizioni effettuate per la prevenzione e repressione dello smercio di droga nel centro mamertino, hanno bussato alla porta dove dimora la cittadina polacca. Nella circostanza, sin dalle prime battute, dato che la donna ha subito mostrato segni di disagio, i militari dell’Arma hanno effettuato una perquisizione nell’abitazione, rinvenendo abilmente occultati in un comodino della camera da letto oltre 62 grammi di sostanza stupefacente del tipo “marijuana”. La sostanza stupefacente è stata sottoposta a sequestro e per la donna sono scattate le manette con l’accusa di detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente. L’arrestata, su disposizione dell’A.G., dopo le formalità di rito è stata accompagnata presso la propria abitazione in regime degli arresti domiciliari.

Sempre ieri, i Carabinieri della Stazione di Falcone, hanno tratto in arresto, in flagranza di reato, il 25enne Carmelo Montrone, nato a Messina, residente in Falcone, poiché ritenuto responsabile di detenzione ai fini di spaccio di sostanze
stupefacenti. In particolare, i militari dell’Arma, impegnati in un servizio di controllo della circolazione stradale nel Comune di Furnari (ME), hanno notato un giovane, il quale, alla guida di un’autovettura, alla vista dei militari accelerava la marcia nel tentativo di sottrarsi al controllo. Immediatamente inseguito dalla pattuglia dei Carabinieri, il conducente è stato notato mentre si disfaceva, lanciandolo dal finestrino dell’auto, di un involucro, subito recuperato dai Carabinieri, i quali, dopo un breve inseguimento, riuscivano a bloccare il fuggitivo. Nell’involucro recuperato dai Carabinieri, venivano rinvenuti circa 100 grammi di sostanza stupefacente verosimilmente del tipo “hashish”, che è stata sottoposta a sequestro. Il giovane è stato pertanto sottoposto a perquisizione veicolare e successivamente a quella domiciliare, nel corso della quale venivano rinvenuti un ulteriore grammo della medesima sostanza stupefacente, nonché un bilancino di precisione e vari oggetti, verosimilmente utilizzati per il confezionamento della droga. Montrone, dopo le formalità di rito, come disposto dall’A.G. di Barcellona Pozzo di Gotto, è stato tradotto presso la propria abitazione in regime degli arresti domiciliari.

Print Friendly

clean-service


mt-infissi


uniscuole

Articoli Correlati

Close