CAPO D’ORLANDO THEATER: RINVII, SOSTITUZIONI E FUORI SACCO


Eppure il direttore artistico della rassegna teatrale di Capo d’Orlando Salvatore Monastra lo aveva ribadito che si sarebbero esibite soltanto compagnie teatrali composte da professionisti. Ma a quanto pare c’è spazio anche per quelle amatoriali, l’importante però, che non siano di Capo d’Orlando. D’altronde si sa, “Nemo propheta in patria” e a dirlo non è stato chicchessia ma proprio Gesù Cristo. Da buon cattolico Monastra conosce bene la frase citata in tutti e quattro i Vangeli quindi si adatta. A parte le battute ironiche, l’Amministrazione comunale ha ufficializzato un nuovo appuntamento, domani, mercoledì 29 febbraio, con “Capo d’Orlando Theater”. Sul palco del Cineteatro “Rosso di San Secondo” l’Associazione culturale Gioiosa Nostra, proporrà “Se il tempo fosse un gambero” di Garinei e Giovannini. Il lavoro gioviale e allegro è stato preparato dal regista Salvatore Saulle. Intanto il direttore artistico Salvatore Monastra ha ufficializzato lo spettacolo che sostituisce “La Bisbetica domata”, non effettuato il 20 gennaio. Sarà Gianfraco Jannuzzo con “Cercasi tenore” a salire sul palco del “Rosso di San Secondo” il 30 aprile 2012. Semplice cambio di data infine, per “Chi ha paura di Virginia Woolf” in calendario per il 29 febbraio. Il lavoro di Edward Albee con Caterina Costantini e Franco Castellano, regia di Lorenzo Loris, sarà proposto lunedì 23 aprile 2012. L’ingresso a teatro, domani sera, mercoledì 29 febbraio per “Se il tempo fosse un gambero”, secondo ed ultimo degli appuntamenti che l’Amministrazione Sindoni ha previsto come fuori cartellone per gli abbonati di “Capo d’Orlando Theater”, è fissato alle ore 21.00.

Print Friendly

clean-service


mt-infissi


uniscuole

Articoli Correlati

Close