gdf-milazzo-900x506

“Libera Uscita”: il riesame rivede i casi di 10 dipendenti. L’avvocato Calderone “Saranno parecchie le assoluzioni”

Milazzo – Il Tribunale del Riesame di Messina ha annullato per dieci dipendenti comunali, coinvolti nell’operazione antiassenteismo “Libera Uscita” della Guardia di Finanza, l’obbligo della firma ed ha limitato il periodo di sospensione dalle funzione pubbliche deciso dal comune di Milazzo fino al prossimo 17 dicembre.

Il Tribunale di Messina ha accolto in parte le richieste richieste avanzate dagli avvocati Cristiano Bruno,  Salvatore Coppolino e Tommaso Calderone, revisionando il provvedimento adottato dal Giudice per le indagini preliminari nell’operazione “Libera Uscita”. Tra qualche settimana conosceremo anche i dettagli della motivazione contenuta nella sentenza, intanto, già nei prossimi giorni, il Riesame dovrebbe esprimersi su ulteriori casi.

Su questa parziale revisione processuale è intervenuto l’Avvocato Tommaso Calderone, difensore di alcuni dipendenti milazzesi coinvolti da Libera Uscita, il quale non ha usato mezzi termini: “Una decisione migliorativa che non mi soddisfa. La parificazione di trattamento è ingiusta e per i miei ricorrerò in cassazione. Mi sbilancio e affermo che parecchie saranno le assoluzioni nel frattempo di uomini, donne e famiglie rovinate.”

Print Friendly

clean-service


mt-infissi


uniscuole

Articoli Correlati

Close