Cristina: “Credo sia arrivato il momento di fermarci”

Sant’Agata Militello – Cristina Scaglione sembra non avere dubbi dopo aver messo al mondo l’undicesimo figlio a 34 anni.

“Credo sia arrivato il momento di fermarci” il commento ai nostri microfoni. Cristina Scaglione è stata investita da un’onda mediatica che probabilmente non si aspettava tanto da risultare stanca ed affaticata più dalle interviste rilasciate che dal parto da qualche giorno concluso, l’undicesimo.

Nella giornata di sabato, poco dopo le 13:30 ha dato alla luce il suo undicesimo figlio, Alfio, un maschietto di 3,7 kg. Quello che colpisce è il fatto che il bimbo sia nato con parto spontaneo, da una mamma senza dubbio molto forte. E la sicurezza del parto spontaneo ha consentito all’equipe medica del nosocomio santagatese, nonostante le problematiche degli ultimi giorni e le sale operatorie ancora chiuse, di operare in tutta sicurezza.

“Abbiamo rinunciato ai piccoli lussi per sentirci “ricchi” di crescere tutti i nostri figli — spiega Cristina — e per questo siamo felici di realizzarci vedendoli ogni giorno”. Gestire una vera e propria squadra di calcio non è semplice e per questo la giovane donna ha rinunciato a lavorare. Dagli spazi alle colazioni passando per le faccende domestiche occorre un’organizzazione ingegneristica. “Per fortuna abbiamo una casa su due piani abbastanza capiente per tutti noi — spiega la moglie — e non mi lamento. Mio marito si alza prestissimo per andare a lavorare in campagna e poi iniziano a svegliarsi i ragazzi a seconda degli orari in cui suona la campanella delle loro rispettive scuole”.

Print Friendly

clean-service


mt-infissi


uniscuole

Articoli Correlati

Close