bosco

Bosco Soprano riceve menzione al “Premio comunità forestali sostenibili”

Longi – Il Bosco Soprano, situato nel Parco dei Nebrodi, ha ottenuto una menzione speciale all’interno dell’edizione 2016 del “Premio comunità forestali sostenibili”, grazie alla gestione delle proprie foreste.

La cerimonia di premiazione è avvenuta lo scorso 27 Settembre, presso l’Ufficio Relazioni con il Pubblico del Corpo Forestale dello Stato a Roma e ha visto la partecipazione del quartier generale dei forestali italiani.

Il Premio viene promosso ogni anno da Legambiente, dal PEFC (Programma di approvazione della certificazione delle foreste) Italia, e con il patrocinio dell’Anci (Associazione Nazionale Comuni Italiani) e del Ministero dell’Ambiente, per valorizzare le pratiche di corretta gestione territoriale e forestale delle aree interne. Per il Bosco Soprano, luogo in cui sorge tra l’altro il primo parco avventura dei Nebrodi, hanno avuto un riconoscimento il Comune di Longi, l’Arpa (Agenzia Regionale per la Protezione dell’Ambiente) Sicilia e il Dipartimento di Scienze Agrarie e Forestali dell’Università di Palermo, le tre entità istituzionali che hanno ideato un’iniziativa congiunta a livello ambientale.

Il progetto portato avanti dal Comune longese, dall’Arpa e dal Dipartimento dell’Università di Palermo nel Bosco Soprano rappresenta un’inversione di tendenza nettissima. Infatti l’attività ha coinvolto tirocinanti universitari e dipendenti pubblici con la finalità di attenzionare la gestione forestale, attraverso un grande piano di comunicazione, e questa può essere considerata come la prima iniziativa del genere mai attuata in Sicilia. L’Agenzia Regionale ha creato a tal proposito una sezione di riferimento nel proprio sito istituzionale, dove sono registrate le informazioni, la documentazione necessaria, una guida semplificata e le certificazioni richieste.

La Sicilia possiede un immenso patrimonio boschivo di circa 500.000 ettari, molti dei quali però sono privi di sistemi di certificazione; le verifiche devono essere effettuate da un organismo indipendente che poi rilascia il certificato, se i boschi rispondono a determinati requisiti di sostenibilità. Il Premio attribuito al Bosco Soprano può essere un punto di partenza per tutte le foreste siciliane, che sulla falsa riga dell’esempio longese possono ambire anche loro all’ottenimento di una certificazione.

Print Friendly

clean-service


mt-infissi


uniscuole

Close