santangiolese-lascari

Santangiolese ad alta quota, poker alla Polisportiva Lascari

Sant’Angelo di Brolo – Vince e convince ancora una volta la Santangiolese tra le mura inespugnabili del “R. Caldarera”. A farne le spese, stavolta, è la Polisportiva Lascari, troppo arrendevole e poco compatta per arginare il ciclone colorato di biancoazzurro.

Una vittoria che tra l’altro coincide con il ritorno allo stadio del CUS, lo storico gruppo dei tifosi santangiolesi che sulle tribune del Caldarera non si vedeva da parecchio tempo. Entusiasmo, dunque, sembra il termine più consono per descrivere il momento magico che la formazione nebroidea sta vivendo in questo inizio di campionato, nonostante il cambio della guida tecnica in panchina e l’innesto di forze fresche nell’organico.

Il Lascari, con una discreta cornice di ultras al suo seguito, viene da un’importante vittoria interna arrivata nello scorso turno contro i rivali della Nuova Città di Caccamo. I biancoazzurri, invece, devono riscattare lo sfortunato pareggio di sabato scorso maturato in casa della Futura Brolo.

Dopo un inizio a ritmi lenti e compassati, a dare una scossa al match ci pensa Emanuele che al minuto 24 sbaglia un retropassaggio aereo verso il proprio portiere, colpendo il palo che lo salva un clamoroso autogol. Sul prosieguo dell’azione, D’Angelo raccoglie il pallone in area giallorossa dopo la ribattuta ribattuta sul palo e, spalle alla porta, viene travolto da un intervento ingenuo e scellerato dell’estremo difensore ospite. L’arbitro indica senza indugio il dischetto e dagli 11 metri Crascì, con molta freddezza, spiazza il portiere e sblocca il risultato. La risposta lascarese non tarda ad arrivare. Un minuto più tardi, infatti, neanche il tempo di accusare il colpo che Colletti, su invitante assist pervenuto dalla destra da uno scatenato Russo G., divora un gol praticamente già fatto a due passi dalla riga della porta santangiolese. Accetta striglia i suoi per la disattenzione e chiude il primo tempo con la linea difensiva a 3, spostando Tranchita e Crascì sugli esterni.

La seconda frazione di gioco si riapre con tutt’altro piglio. Già al 52′ Francesco Pintaudi cerca la conclusione dai 35 metri, senza però trovare fortuna. 4 minuti più tardi D’Angelo sfiora il raddoppio aereo su situazione da palla inattiva, trovando una colpo di testa che, deviato, sfiora la sinistra della porta difesa da Mazzola. Ancora D’Angelo è il protagonista sull’azione successiva, quando ben servito da Anfuso con un passaggio arretrato, spreca un rigore in movimento calciando ad un soffio dal palo. Ad un quarto d’ora dalla fine ci prova anche l’onnipresente Tranchita, che sulla sponda aerea di Stefano Pintaudi, calcia di prima intenzione trovando un attento intervento dell’estremo difensore ospite. L’assolo biancoazzurro trova finalmente fortuna quando sul cronometro del direttore di gara sono trascorsi 80 minuti. Stefano Pintaudi raccoglie un perfetto assist su suggerimento del capitano da calcio di punizione, e con una perfetta incornata insacca sotto l’incrocio e fa esultare di gioia il pubblico di casa. A rendere ancor più amara la giornata lascarese, è lo sfortunato Taormina che all’85’ colpisce malamente il pallone di testa e, dopo il tocco sul palo, sorprende il proprio portiere. Ancora Pintaudi S. si fa pericoloso al minuto 89 quando, ben servito dalla sinistra da Librizzi, sfiora di testa l’incrocio dei pali. La rete del definitivo KO viene siglata al 90′ grazie al destro ravvicinato del giovanissimo Fabio Lucifero, che bagna l’esordio stagionale con la prima realizzazione in carriera in prima squadra.

ASD Santangiolese – Polisportiva Lascari 4 – 0

Santangiolese: 1 Ballotta – 2 Crascì – 3 Maisano – 4 Pintaudi F. – 5 Saggio – 6 Anfuso – 7 Tranchita – 8 Fazio (85′ Librizzi) – 9 Pintaudi S – 10 Cipriano (61′ Passalacqua) – 11 D’Angelo (83′ Lucifero).
All. Accetta G.
Modulo: 4-3-1-2

Lascari: 1 Mazzola – 2 Taormina – 3 Colletti – 4 Milano – 5 Russo V. – 6 Emanuele (74′ Comella) – 7 Scimone (77′ Circo) – 8 Cordova (48’ De Luca) – 9 Monti – 10 Ruggieri – 11 Russo G.
All. Zappavigna F.
Modulo: 3-5-2

Terna arbitrale: Sig. Fragalà (Acireale) – Guardalinee N. 1 Falzone (Acireale) – Guardalinee N. 2 Grasso (Acireale).

Reti: 25’ (R) Crascì – 80’ Pintaudi S. – 85′ (aut.) Taormina – 90′ Lucifero.

Espulsi: __

Print Friendly

clean-service


mt-infissi


uniscuole

Articoli Correlati

Close