almagi

Aberto, Matteo, Giorgio, “registi” del successo Oktoberfest

S.Stefano – Hanno creato l’associazione “Al.Ma.Gi.”, sono gli organizzatori dell’evento e il loro entusiasmo, unito a lucidità e ribellione li ha portati ad essere i registi di un’operazione che continua a riuscire perfettamente. Ieri sera all’inaugurazione dell’edizione 2016 dell’Oktober fest sono stati alzati i primi boccali per brindare ai 4 giorni più “pieni” dell’anno. Si, perché a S.Stefano arrivano, anno dopo anno, migliaia di persone, che posteggiano nelle storiche vie del “chianu” ed entrano nella piazza Liborio Gerbino “eletta” a palcoscenico d birre e street food. Ci sono gli stand di bar e birrerie, di pub e pizzerie e poi ci sono gli stand di quei gruppi di amici che per 4 giorni stanno insieme, si divertono e fanno divertire. Grande novità di questa edizione la “via dei saperi e dei sapori” che aprirà stasera nel centralissimo corso Umberto, è una grande vetrina espositiva delle eccellenze enogastronomiche, con particolare attenzione agli abbinamenti tra birra e cibo ed alla sperimentazione del gusto, ed artigianali dei Nebrodi e della Sicilia. Insomma, un’intera comunità è in fibrillazione e se l’anno scorso fu record, con 20 mila presenze, 10 mila litri di birra, 23 stand, 16 aziende e 25 marchi, per questi giorni si scommette sul bis forse qualcosa in più. E, stasera, comincia anche l’oktober della musica con il concerto di i “IPERcuSONICI”, gruppo che nasce a Catania nel 2002 e che pur presentando chiare radici nella tradizione folk siciliana, fondono generi e culture musicali anche molto distanti tra loro, concettualmente e geograficamente. Domani sera, sul palco ci saranno i “Figli dell’officina”, domenica i “We Man”, e per i più piccoli giostre e gonfiabili 4 giorni di giostre e gonfiabili. L’associazione Al.Ma.Gi, nonostante successi e conferme mantiene i piedi per terra, la città delle ceramiche non è Monaco di Baviera ma in un periodo di bassa stagione, l’Oktoberfest muove flussi fisici ed economici. Circola denaro, la gente spende e si sposta, in molti si fermano a dormire, tanti si organizzano con gli autobus e hanno l’occasione e l’opportunità di visitare una cittadina di rara bellezza e fascino come S.Stefano.

Print Friendly

clean-service


mt-infissi


uniscuole

Articoli Correlati

Close