scuola-acquedolci-01

Sarà il TAR a risolvere la questione “classi pollaio”? Il 18 ottobre si pronuncerà

Acquedolci – Si pronuncerà il prossimo 18 ottobre il TAR chiamato a risolvere la questione del numero degli iscritti ritenuto dai genitori eccessivo all’interno della classe a tempo normale della scuola di primo grado “G. Verga”.

Nei giorni scorsi inoltre è stato convocato il consiglio d’istituto, nel corso del quale è stata deliberata l’applicazione, per risolvere la querelle della composizione delle classi, del criterio del sorteggio, sinora ricusato da tutti gli interessati.

Dall’inizio del nuovo anno scolastico gli studenti avevano disertato per la prima settimana i banchi di scuola ed avviato insieme alle famiglie una sonora protesta.  Tutti insieme in corteo avevano manifestato più volte il loro dissenso non volendo accettare che 33 alunni, di cui due diversamente abili, fossero raggruppati in una sola aula definita dagli stessi “classe pollaio” e ne hanno chiesto a gran voce lo sdoppiamento.

La dirigente Bianca Fachile, in servizio dal primo settembre, sta cercando di dirimere bonariamente la delicata questione ed ha avviato una serie di trattative con le famiglie improntate all’insegna del dialogo e della collaborazione nel tentativo di formare due classi numericamente bilanciate, ciascuna da 25 studenti. Dopo la ripresa delle normali lezioni curriculari, i genitori hanno proposto congiuntamente, in “extrema ratio”, ricorso al Tar al fine di far valere il diritto allo studio dei propri figli chiedendo lo sdoppiamento della classe che attualmente consta di 30 bambini, contro i 20 frequentanti la sezione a tempo prolungato.

Le famiglie interessate hanno sollecitato l’intervento dell’Asp affinché verificasse la congruità delle condizioni minime di sicurezza, incolumità e salubrità degli ambienti scolastici previste dalla legge ed a seguito del quale gli alunni sono stati spostati nei locali più ampi di un ex laboratorio.

Se dovesse trovare applicazione il sorteggio il numero della I B sarà rideterminato a 26 iscritti, la I A salirà a quota 24 alunni.

Print Friendly

clean-service


mt-infissi


uniscuole

Close