mirto-salone-del-gusto

Salone del Gusto, importante riconoscimento per l’Amministrazione mirtese

Mirto – Grande successo per i prodotti mirtesi esposti nello stand delle “Città del Bio”, all’interno del Salone del Gusto 2016 “Terra Madre” di Torino, che si è concluso nella giornata di ieri con un boom di presenze e visitatori.

Al Salone del Gusto le aziende agricole di Mirto, tra cui “La Paisanella” di Sebastiano e Luisa Agostino Ninone (che ha ottenuto un riconoscimento Sabato 24 Settembre) e “Nebros”, hanno allestito una degustazione di suino nero, provola dei Nebrodi e olio bio della cultivar minuta, tutti presidi Slow Food. I prodotti, collegati in un “matrimonio” ben riuscito al vino Barbera d’Asti D.O.C.G. Aleramo, sono stati tutti apprezzati da giornalisti, operatori ed amministratori, che hanno visitato lo stand delle “Città del Bio” posto nel Parco del Valentino.

Nel corso dell’esposizione si è svolta anche l’Assemblea nazionale dell’Associazione “Città del Bio”, un sodalizio che unisce oltre 250 Comuni e Regioni che condividono la scelta di promuovere l’agricoltura biologica, intesa sia come modello colturale che come progetto culturale.

A conclusione dell’Assemblea si è tenuta l’elezione di alcuni componenti del Consiglio Nazionale delle “Città del Bio”, dove il Comune di Mirto ha ottenuto l’elezione del Vice-Sindaco Luigi Ialuna.

Il neo-consigliere Ialuna ha mostrato tutta la sua soddisfazione per l’incarico: “Si tratta di un incarico importante, per certi verso inaspettato perchè Mirto soltanto da pochi mesi è diventato socio, ma che mi vedrà impegnato da subito nel sostenere la costituzione di un Bio-Distretto nel territorio dei Nebrodi con l’utilizzo del marchio “Italia del Bio”; un marchio che verrà registrato e protetto a livello internazionale, di proprietà di “Città del Bio”.

L’Associazione “Città del Bio” sotto questo aspetto ha già promosso a livello nazionale, come soggetto attuatore e con importanti risultati, la costituzione dei Bio-Distretti del Suol d’Aleramo e Terre del Giarolo, territori prevalentemente agricoli; in questi distretti si valorizza l’agricoltura sostenibile, la tutela dell’ambiente e del paesaggio, la cultura locale e un turismo di qualità.

A questo proposito si è espresso così il Presidente dell’Associazione “Città del Bio” Antonio Ferrentino: “Mirto, insieme ad altri Comuni siciliani, avrà un ruolo di primo piano in questa fase per la promozione dei Bio-Distretti in Sicilia e la cultura del territorio, inteso come spazio abitato da una comunità con la sua identità e i suoi saperi, e le attività economiche legate al mondo dell’agricoltura”.

 

 

 

 

Print Friendly

clean-service


mt-infissi


uniscuole

Close