pedano

Le ceramiche stafenesi “star” del salone del gusto di Torino

S.Stefano – Le ceramiche stefanesi non hanno più confini e anche a Torino nell’edizione 2016 di “Terra Madre Salone del Gusto” sono state regine.

Il più importante evento internazionale dedicato alla cultura del cibo le ha viste “ospiti” nella suggestiva cornice della Corte Medievale, al piano terra di Palazzo Madama. Le opere d’arte, sintesi e frutto della genialità e della passione dei maestri stefanesi, hanno fatto da preziosa cornice ai dolci tipici della raffinata tradizione siciliana. “Le ceramiche di S.Stefano hanno avuto il palcoscenico più importante – commenta Rosario Gugliotta presidente Slow Food Sicilia – sono state sotto i riflettori costantemente, hanno sedotto visitatori e giornalisti, entusiasmato tutti coloro che si sono fermati ad ammirarle. Sono state esposte sia a palazzo Madama sia all’interno del padiglione Slow Food Sicilia che, proprio grazie alla loro perfezione e alla loro bellezza, è stato in assoluto il più visitato”.

Protagonista della manifestazione, che ha celebrato i 20 anni dalla nascita del Salone e i 30 di attività di Slow Food in Italia è stato il Parco dei Nebrodi motore e fonte di sviluppo turistico-imprenditoriale del territorio e portatore dei valori della responsabilità sociale e della sostenibilità. A testimoniare e benedire il successo della ceramica stefanese è stato lo stesso direttore di palazzo Madama Guido Curto, che ha lanciato l’idea di una mostra “in solitaria e da regine assolute” delle ceramiche stefanesi da ospitare nelle storiche sale torinesi. Soddisfatto Angelo Pedano responsabile della comunità della ceramica Slow Food di S.Stefano e anima di quella nebroidea, che ribadisce la sistematicità di un progetto destinato a diventare trampolino di lancio. “L’originalità della nostra comunità – dichiara Pedano – sta nel fatto che attorno ai prodotti agricoli e della pesca giganteggia l’artigianato della ceramica, che rappresenta una delle eccellenze storico-artistiche di questo territorio. Il legame fra l’arte ed il cibo – conclude l’imprenditore stefanese – rappresenta una eccellente piattaforma dei valori Slow Food”.

Print Friendly

clean-service


mt-infissi


uniscuole

Articoli Correlati

Close