palestra-via-roma

La palestra delle scuole di Via Roma verrà trasferita a Furiolo. Il Coni autorizza spostamento

Capo d’Orlando – Doveva essere pronto entro la fine del 2015 ma ad oggi tutto è fermo ed il Comune è stato citato a giudizio in Tribunale ma un accordo sembra essere stato fatto.

La vicenda che riguarda la realizzazione di uno spazio coperto nelle scuole elementari di Via Roma è finita in tribunale. Due cittadini residenti in Via Messina hanno infatti citato il Comune di Capo d’Orlando a comparire dinanzi al tribunale ordinario di Patti lo scorso 31 agosto. La soluzione comunque sembra essere ormai alle porte.

I signori Fortunato Sergio Lo Presti e Anna Tindara Lo Presti, difesi dall’avvocato Daniele Letizia, avevano infatti presentato ricorso alla realizzazione dell’opera in quanto si sarebbero verificati disagi per gli affacci degli edifici circostanti che coinvolgono adesso il codice civile e, quindi, avvocati e tribunali.

I lavori però sono già cominciati ma praticamente, dopo lo scasso della pavimentazione, si sono subito arenati a causa della presentazione del ricorso. A dover adesso sbrogliare la matassa di difficile risoluzione è il Sindaco Franco Ingrillì che si è trovato in una spiacevole, al momento, situazione. Si perché il contratto e le relative varianti urbanistiche sono state firmate dalla passata amministrazione il 3 giugno 2016 (due giorni prima delle elezioni amministrative).

Proprio questo pomeriggio l’Amministrazione ha ricevuto da parte del Coni l’autorizzazione a poter spostare l’impianto nelle vicinanze di altro plesso scolastico. La soluzione poteva essere soltanto questa e cioè quella di spostare la palestra ed evitare contenziosi legali di difficile risoluzione. Adesso la decisione del Sindaco è stata quella, secondo alcune indiscrezioni, di realizzare la palestra proprio a Furiolo e addirittura, essendoci maggiore spazio, a farla anche più grande in modo tale da poterla fare usufruire anche alle società sportive.

L’Opera è stata finanzantiata con un mutuo accesso con il Credito Sportivo per 150.000,00 euro. La struttura, per volere dell’ex Sindaco, verrà intitolata all’Avvocato Francesco Portale.

A quanto pare, am ancora non è ufficiale, la vicenda della palestra da costruire ma ferma da più di un anno, è stata risolta accontendando un po’ tutti. I denuncianti che non si vedranno le finestre e gli affacci oscurati, la ditta che aveva preso accordi per la realizzazione dell’opera, l’amministrazione per aver risolto una questione complicata. Forse i bambini della scuola elementare un po’ meno ma non tutto è possibile.

Print Friendly

clean-service


mt-infissi


uniscuole

Articoli Correlati

Close