mensa_patti

Risorse al lumicino per trasporto alunni e mensa scolastica

Patti – In concomitanza con l’avvio delle attività didattiche riparte il servizio di trasporto gratuito per i piccoli alunni residenti  in periferia e nelle frazioni comunali. Ma solo per il primo mese.

È quanto deliberato dalla giunta municipale, costretta a fare i conti con una copertura finanziaria di appena 3mila euro, somma ben al di sotto dei 30mila euro necessari a garantire il servizio per l’intero anno scolastico.

Ma niente allarmismi: «Riteniamo di poter procedere al rinnovo del servizio di mese in mese, fino all’approvazione del bilancio previsionale che mi auguro possa avvenire a stretto giro», ha precisato il sindaco Aquino. Il servizio di trasporto alunni, effettuato attraverso scuolabus comunali e pullman di linea, anche quest’anno sta coprendo gratuitamente le frazioni di Scarpiglia, Madoro, Masseria, Malafarina, Moreri, Scala, Locanda e Tindari, mentre per la tratta Sorrentini-Patti saranno direttamente i genitori a dover sostenere il costo dell’abbonamento, che sarà rimborsato dal Comune solo dopo l’approvazione dello strumento finanziario.

Nel frattempo a Palazzo dell’Aquila si lavora per garantire al più presto la riapertura della mensa scolastica. «Compatibilmente con le risorse a disposizione dell’ente, contiamo di riattivare il servizio entro il mese di ottobre», ha riferito il primo cittadino. Per il servizio di refezione scolastica si cercherà di puntare anche quest’anno su prodotti rigorosamente bio e a chilometro zero, mantenendo un rapporto privilegiato con le aziende agroalimentari dell’hinterland pattese. L’obiettivo consiste nel ripetere la positiva esperienza degli anni scorsi, con più di 17mila pasti erogati all’interno delle mense scolastiche della città nel corso di un solo anno.

Print Friendly

clean-service


mt-infissi


uniscuole

Articoli Correlati

Close