scuola-caronia

Scuola elementare, il punto sulla vicenda

Caronia – La prima campanella dell’anno ha fatto iniziare le polemiche più che lezioni.

Il motivo è legato ai lavori di sistemazione del tetto della scuola, che hanno costretto sindaco e dirigente scolastico a trasferire i ragazzi in un’altra ala dell’edificio. Disagi per i piccoli alunni e dura presa di posizione dei genitori che a colpi di post su fb hanno protestato, denunciando le difficoltà dei figli costretti a fare lezione tra polvere e rumore, annunciando scioperi e manifestazioni. A rendere ancora più esplosiva la situazione, i problemi legati all’attivazione della mensa e al regolare servizio di bus navetta scolastico. Insomma il “debutto scolastico” della nuova amministrazione comunale eletta lo scorso giugno non è stato in grande spolvero, per restare in tema. A fare chiarezza sulla vicenda, indicando fatti, atti e provvedimenti è stato il primo cittadino Nino D’Onofrio.

“Ho incontrato più volte la ditta che sta eseguendo i lavori – ha detto – con la quale sono costantemente a colloquio – abbiamo insieme alla dirigente trasferito alcune classi perché durante lo svolgimento dei lavori per il rifacimento del prospetto ho chiesto che venissero effettuati controlli strutturali sull’intero edificio. Ci siamo accorti che il tetto aveva bisogno immediatamente di essere messo in sicurezza – continua il sindaco – un lavoro extra che non era previsto ne nei tempi ne nei costi. Siamo riusciti, senza gravare sul bilancio comunale, ad avviare l’intervento di messa in sicurezza”. Appare sorpreso D’Onofrio dalla reazione social dei genitori e anche sulla costruzione del polo scolastico in contrada Trapesi, di cui ha parlato il vicesindaco Biagio Manetto, chiarisce. “Per quanto riguarda il nuovo polo scolastico di Trapesi- conclude il primo cittadino – i lavori sono realizzati dalla Protezione civile che dovrebbe chiudere il cantiere entro 10 mesi. Non ho motivo di dubitare sul rispetto dei tempi da parte della ditta e del dipartimento regionale.” Anche l’assessore alla pubblica istruzione Santina Miragliotta è intervenuta “come assessore al ramo avrei voluto partire alla grande – ha detto – ma gli incidenti di percorso, come nel caso del tetto, non possiamo prevederli. Capisco che i cittadini vogliano vedere i risultati subito ma noi davvero stiamo facendo tutto il possibile”.

Print Friendly

clean-service


mt-infissi


uniscuole

Articoli Correlati

Close