settembre-stefanese

Settembre di eventi e grande attesa per l’Oktoberfest

S.Stefano – Vietato dire che l’estate è finita, anzi, il bello deve ancora venire. Dopo la tradizionale festa del Letto Santo, a lode della Croce di Cristo, la comunità stefanese si prepara a vivere un’altra settimana clou, dedicata a Maria Addolorata, “patrona” insieme a San Nicola della città d’arte. Si comincia giovedì con il “Concerto a Maria”, organizzato dalla Corale polifonica stefanese, la banda Paganini, e l’Istituto Paganini, poi venerdì il talent dei baby talenti stefanesi, e sabato “un sorriso per Amatrice” con raccolta fondi per i centri distrutti dal terremoto, il concerto dei Los Locos e il cabaret di Massimo Spata e Giuseppe Castiglia, domenica 18 gran finale con solenne processione. Giusto il tempo di rifiatare e comincia l’evento più atteso dell’anno per la provincia di Messina, e dati i numeri degli scorsi anni, anche dell’intera Sicilia. 15 mila presenze, 16 aziende e 23 stand, oltre 30 tipi di birra delle marche più famose che hanno accompagnato i sapori tipici dei Nebrodi e della cucina tedesca. Questa terza edizione, dal 29 settembre al 2 ottobre, sarà ancora più effervescente delle altre, e procedono spediti i ragazzi dell’associazione “Almagi” (Alberto, Matteo, Giorgio) nei preparativi. La manifestazione dedicate alla birra, regina dei tavoli e delle tavole stefanesi, sarà anche quest’anno nella piazza Liborio Gerbino (giardino scuole elementari) a pochi passi dal centro storico. “4 giorni all’insegna del divertimento, della spensieratezza con un cartellone musicale che si prevede sempre più interessante – si legge nel comunicato di Almagi – le prelibatezze del tipico cibo siciliano da strada e naturalmente l’immancabile bionda tedesca, vista la grande affluenza delle passate edizioni stand occuperanno anche la via Umberto che sarà con la collaborazione della locale Pro-loco una strada di sapori, arte e artigianato”. L’oktoberfest stefanese ha un “padrino” che è l’assessore Matteo Napoli il quale nel 2013 propose di trasformare la città della ceramica in una piccola Monaco. Sembrò una follia e invece, nonostante critiche e polemiche, è diventata la formula per destagionalizzare l’offerta stefanese e “allungare” l’estate.

Print Friendly

clean-service


mt-infissi


uniscuole

Articoli Correlati

Close