image

Partenza col botto per “Vacanze dell’anima”

Mirto – Ha preso il via ieri l’evento “Vacanze dell’anima”, nato in Veneto nel 2010 e giunto alla sua settima edizione, ma che per la prima volta coinvolge anche la Sicilia.

Saranno tre giorni intensi fino a Domenica 11 Settembre, che vedranno l’organizzazione, in cinque Comuni della Valle del Fitalia (Capri Leone, Mirto, Frazzanò, Longi e Galati Mamertino), di visite guidate, degustazioni, laboratori pratici, momenti di pubblica rilfessione e concerti musicali.

La prima giornata è stata suddivisa in due sessioni: di mattina si sono svolte la visita guidata alla ricerca delle tracce artistiche e rituali della cultura bizantina nel Comune di Frazzanò e l’escursione al Parco Avventura di Longi, mentre in serata, presso la Sala delle Capriate del Museo del Costume e della Moda Siciliana di Mirto, si è tenuta la presentazione del progetto “Vacanze dell’anima in Sicilia”, per cui quest’anno è stato scelto il tema “Movimenti di bellezza” e a seguire il convegno “La Bellezza nella e della costituzione”, con la moderazione di Cinzia Scaffidi, collaboratrice alla direzione artistica del percorso e davanti a un numeroso pubblico.

Sono intervenuti nel dibattito serale l’On. Bernadette Grasso, Sindaco di Capri Leone, Maurizio Zingales, Sindaco di Mirto, Loris De Martin, Direttore artistico di “Vacanze dell’anima”, Fausto Bosa, Presidente di Confartigianato AsoloMontebelluna, Serena Pellegrino, deputata di Sinistra, Ecologia e Libertà e dal 2015 Vice-Presidente della VIII Commissione Ambiente, Territorio e Lavori Pubblici, e l’Avvocato Roberto Ravì Pinto.

L’On. Grasso ha evidenziato la sinergia che c’è in atto tra i 5 Comuni inseriti nel progetto “Vacanze dell’anima”, per far conoscere a tutti i turisti le bellezze architettoniche, culturali, storiche, paesaggistiche e ambientali contenute nel nostro territorio. Mentre il Sindaco Maurizio Zingales ha ringraziato gli amici veneti presenti e le quattro Associazioni che hanno collaborato alla realizzazione dell’evento: “Cross Road Club”, “TerraMare Nebrodi”, “Vivere Mirto” e “Anspi Jasna Gora”.

Loris De Martin e Fausto Bosa hanno parlato della storia del Festival “Vacanze dell’anima”, che negli anni ha visto un aumento dei paesi coinvolti (dai 3 nel 2010 fino ai 15 del 2016) e dell’interesse accresciuto da parte delle imprese locali e dei cittadini. Hanno anche spiegato che l’unione tra due territori così lontani, la Provincia di Treviso e i 5 paesi del comprensorio nebroideo, si basa su una similitudine di caratteristiche: centri minori, situati in montagna, in cui non c’è il turismo di massa, ma dove si può attivare un turismo di qualità.

La parlamentare Serena Pellegrino ha esposto la sua proposta di legge sulla modifica all’Articolo 1 della Costituzione, in materia di riconoscimento della bellezza quale elemento costitutivo dell’identità nazionale. Secondo la modifica bisogna aggiungere all’Articolo il seguente comma: “La Repubblica Italiana riconosce la bellezza quale elemento costitutivo dell’identità nazionale, la conserva, la tutela e la promuove in tutte le sue forme materiali e immateriali: storiche, artistiche, culturali, paesaggistiche e naturali”. Nel giro di pochi mesi hanno già firmato questa proposta 150 parlamentari e hanno aderito all’idea una cinquantina di associazioni, come “Legambiente”, “WWF”, “LIPU” e diversi istituti musicali. Ancora però non è stata discussa in Parlamento, ma è ferma agli affari costituzionali.

L’Avvocato Roberto Ravì Pinto ha analizzato il rapporto stretto che esiste tra costituzione e bellezza, facendo riferimento al volume “La Costituzione e la bellezza”, scritto a quattro mani da Michele Ainis e Vittorio Sgarbi.

Al termine del convegno si è esibita l’Associazione Musicale Premiato Corpo Bandistico “Giuseppe Verdi” di Mirto, che ha eseguito alcuni brani famosi tra cui: “Notturno” di Franz Behr”, “La Traviata” di Giuseppe Verdi, “Allegro” di Antonio Vivaldi, “Allegro” di Mozart, “Sonata al Chiaro di Luna” di Beethoven, e infine la “Marcia dei Bambini” e “Lo spettacolo va ad iniziare” con i piccoli solisti della Scuola di musica.

Print Friendly

clean-service


mt-infissi


uniscuole

Articoli Correlati

Close