Calogero Antoci

Al liceo artistico “Esposito” comincia l’era di Antoci dirigente

S.Stefano – E’ uno stefanese doc, “creatura” di quella scuola che ora dirige. Calogero Antoci, 52 anni, è il nuovo dirigente del liceo artistico regionale “Ciro Michele Esposito”, in cui insegna dal 1996.

Diplomato all’ex istituto d’arte per la ceramica, nel 1992 si laurea all’accademia di belle arti di Palermo, sezione decorazione, e dopo le abilitazioni del caso rientra nella sua scuola, dall’altra parte della cattedra. Antoci, che è stato vicario generale dal 2000 al 2010, eredita un liceo rilanciato dalla gestione di Alfredo Prado che ha dato nuova linfa all’intero ambiente. “Ci sono attese e speranze, ansie e forse qualche preoccupazione, ma siamo tutti pronti ad aprire le porte al nuovo anno scolastico – ha scritto il neo dirigente nel messaggio di insediamento – nella speranza che sia creativo e sereno. La scuola rimane ancora il luogo dei valori, il punto di riferimento certo in cui ricercare e ritrovare certezze e convinzioni sempre più solide in un mondo sempre più privo di appigli sicuri.

Il nostro impegno – scrive ancora Antoci – è, deve essere, quello di cercare di creare un ambiente di apprendimento stimolante, creativo, professionale e umano, nella convinzione che aiutare gli alunni a crescere sul piano educativo e cognitivo significhi mettere un punto fermo per la formazione di persone complete, testimoni di valori positivi. Gli alunni, le famiglie, le Istituzioni si aspettano molto da noi. Noi ci attiveremo al massimo per essere all’altezza del compito che ci è stato affidato”. Il professore Antoci sa di dover competere in un mercato formativo in cui gli istituti professionali attraggono più dei licei ma sa da dove partire e a chi rivolgersi. “Auspico che gli interlocutori delle differenti realtà Istituzionali, culturali e sociali del territorio – conclude Antoci – vogliano supportare la nostra scuola nell’espletamento delle finalità istituzionali di educazione, formazione e istruzione. Sono certo che non mancherà la collaborazione di tutti, nella convinzione che la nostra scuola di oggi abbia bisogno di “volare più alto”, con etica e leggerezza, e porgo all’intera comunità il mio più sentito augurio di buon anno scolastico e di buon lavoro”.

Print Friendly

clean-service


mt-infissi


uniscuole

Articoli Correlati

Close