petrucciani

Arrestato per violazione dei domiciliari. Faceva la spesa ma doveva essere a casa

Sant’Agata Militello – Convalidato l’arresto di PETRUCCIANI sorpreso a fare la spesa in regime di arresti domiciliari.

Nella mattinata dello scroso 2 settembre i Carabinieri dell’Aliquota Radiomobile della Compagnia di S. Agata Militello, nel corso di servizi per il controllo del territorio, sorprendevano il pregiudicato PETRUCCIANI Tonino cl. 1979, all’interno di un esercizio commerciale di alimentari e tabacchi situato nel centro della cittadina di S. Agata Militello intento a fare degli acquisti. I militari operanti, prontamente bloccavano il prevenuto in quanto gravato dalla misura degli arresti domiciliari e pertanto doveva trovarsi all’interno della propria abitazione ubicata nel quartiere popolare di Contrada Terreforti.

Tale provvedimento era stato emesso dal Giudice del Tribunale di Patti il 15 aprile scorso a seguito dell’arresto in flagranza di reato per resistenza a P.U. e inosservanza degli obblighi inerenti la misura di prevenzione della sorveglianza speciale con obbligo di soggiorno a cui lo stesso era sottoposto.

PETRUCCIANI, immediatamente, veniva condotto in caserma e dichiarato in arresto per il reato di evasione. Il P.M. della Procura della Repubblica di Patti ha disposto la custodia presso la camera di sicurezza in attesa dell’udienza di convalida.

Questa mattina il GIP del Tribunale di Patti a conclusione dell’udienza, convalidava l’arresto ed emetteva ordinanza di applicazione di misura cautela in carcere. Pertanto, il PETRUCCIANI Tonino, dopo le formalità di rito veniva associato presso la Casa Circondariale di Messina Gazzi.

Print Friendly

clean-service


mt-infissi


uniscuole

Articoli Correlati

Close