ROCCA-CITTA2

Coppa Italia: Rocca punito dall’ex Cicirello, passa il Città di Sant’Agata

Rocca di Capri Leone – Prove di campionato anche se l’impegno è di quelli ufficiali tra Rocca e Città di Sant’Agata.

Le due squadre danno segnali di rivalità da accendere poi nel torneo di Eccellenza. Si partiva dal 2-1 dell’andata per gli ospiti nel return match del primo turno di Coppa Italia; Rocca dunque costretto a fare la partita per tentare di vincere e guadagnare la qualificazione. Assenti importanti tra i padroni di casa; il tecnico Palmeri è costretto a rinunciare agli infortunati Paterniti in porta, al suo posto il giovane Caruso, e a Matera rimpiazzato da Ceraolo al centro dell’attacco. Abbondanza di uomini a disposizione nel Città: Ferrara schiera subito il neo acquisto Mincica e si permette di mettere in panca addirittura i due Bontempo.

Dopo i primi venti minuti di studio, la prima seria occasione arriva tra i piedi di Gatto il cui tiro dal limite sibila il palo alla sinistra di Scurria. Il primo tiro degli ospiti giunge, poco oltre la mezz’ora, con il tentativo di Franchina controllato in sicurezza da Caruso. Al 40′ il Città sfiora il vantaggio: su calcio d’angolo non è perfetto Caruso che si lascia sfuggire il pallone, Aiello appostato dietro, devia sulla traversa, rimedia poi l’estremo difensore che si ritrova il cuoio tra i guantoni. Ci prova poi Raveduto dall’altro lato con Scurria che risponde con un pò di affanno. Finisce senza reti la prima frazione, senza grosse emozioni, in cui il Rocca ha comunque tenuto bene il campo, mancando solo negli ultimi appoggi. La ripresa si apre con i padroni di casa più pimpanti. Proprio in apertura Galati in mischia, di tacco, impegna Scurria all’intervento a terra. Un minuto dopo Spinella, palla al piede, si destreggia tra le linee e calcia in rete: il portiere santagatese respinge a mano aperta sulla sinistra.

Il Rocca cerca di sfruttare gli spazi scoperti senza però ancora l’istinto killer per portarsi in vantaggio. Ferrara opera il triplice cambio con l’ingresso di Scariolo, Bontempo G. e Barberi, quest’ultimo a freddo ha l’occasione per segnare, ma il facile piazzatto esce di poco. Occasione monumentale per il Rocca che in azione confusa con Spienella manca il gol in modo clamoroso preferendo il tiro anzichè passare la palla al centro per Gatto che avrebbe avuto sui piedi la porta spalancata, a portiere fuori posizione. Le squadre sono lunghissime e il gol sembra nell’area. Al 67′ Ignazzitto da dentro l’area si aggiusta la palla e spara in bocca a Scurria. C’è solo una squadra in campo grazie alla ottima prova della cerniera Cerniglia – Gatto. Il Città si sveglia con Longo che in acrobazia non trova lo specchio della porta e con Aiello che dalla distanza impegna Caruso. Il Rocca risponde subito e reclama un rigore su Raveduto, non ravvisato incredibilmente dalla terna arbitrale. Al 85′ Cicirello decide di chiudere il conto, lanciato lungo vince il duello in velocità con Galati e da due passi segna il gol qualificazione. Il Città soffre, ma alla fine vince e passa al secondo turno di Coppa Italia. Adesso il Rocca penserà solo all’inizio del campionato.

Usd Rocca – Citta di Sant’Agata 0 – 1
Marcatore: ’85 Cicirello

USD Rocca di Caprileone
Caruso, Galati, Viscuso, Cerniglia ( 88′ Lupica), Ignazzitto, Fantino, Spinella ( 86′ Traviglia), Gatto, Ceraolo, Sciliberto (77′ Valenti), Raveduto
A disposizione: D’Agati, Sgrò, Tuccio, Vasi, Lupica, Valenti, Traviglia
Allenatore: Francesco Palmeri
ACD Città di S. Agata
Scurria, Franchina, Aiello, La Rosa ( 55′ Barberi) , Miano, Longo, Cicirello, Mincica ( 55′ Bontempo G.), Sferruzza ( 55′ Scariolo), Serio, Zingales
A disposizione: Galati P, Gennaro, Bontempo G, Barberi, Bontempo F, Frisenda, Scariolo
Allenatore: Pasquale Ferrara
Arbirtro: Battiato ( sez. Acireale) – Alesci e De Pasquale ( sez. Barcellona Pg.)

Print Friendly

clean-service


mt-infissi


uniscuole

Articoli Correlati

Close