Porto Sant'Agata

Al via la messa in sicurezza del porto santagatese

Sant’Agata di Militello – Al via la messa in sicurezza del porto santagatese con la rimozione di alcuni massi naturali depositati nell’area di contrada Pianetta, che saranno destinati all’esecuzione di alcune opere del porto di Malfa, nell’isola di Salina.

Il motopontone “Adriatico”dell’impresa Scuttari di Chioggia, aggiudicataria dell’appalto eoliano, ha infatti avviato le operazioni che si protrarranno per almeno due mesi. Nella seconda fase si procederà a caricare anche gli acropodi giacenti da anni sulla banchina di riva. Per tale operazione si dovrà inoltre procedere con il dragaggio del bacino portuale, che da tempo risulta insabbiato.

L’attività, svolta sotto stretta sorveglianza dell’ufficio circondariale marittimo di Sant’Agata consentirà la riqualificazione dell’intera area portuale, in attesa del sospirato avvio dei lavori di completamento, liberando soprattutto la banchina. Il tutto grazie all’interessamento del locale comando della Guardia Costiera, coordinato dal tenente di vascello Giovanni Pigna e dagli uffici amministrativi interni, con il geometra mariano Chiavetta, di concerto con gli uffici del dipartimento infrastrutture e mobilità della Regione.

Il tenente Pigna ha emesso apposita ordinanza  per disciplinare le attività e  per consentire all’impresa di Chioggia di caricare a bordo del motopontone manufatti in cemento destinati ai lavori di completamento dell’approdo di “scalo Galera” del porto di Malfa. In particolare da stamattina saranno vietate tutte le attività nel mare prospiciente l’area accanto al costruendo porto.

I divieti contemplati nell’ordinanza :

– navigare, ancorare e sostare con qualunque unità navale sia da diporto che ad uso professionale;
– praticare la balneazione e/o comunque accedervi;
– effettuare attività di immersione con qualunque tecnica;
– svolgere attività di pesca di qualunque natura, sia professionale che sportiva, sia essa di superficie che subacquea;
– effettuare qualsiasi altra forma di attività da parte di unità navali a remi, a vela e a motore;
– svolgere qualsiasi altra attività direttamente e/o di riflesso connessa agli usi pubblici del mare e non espressamente autorizzati.

Print Friendly

clean-service


mt-infissi


uniscuole

Articoli Correlati

Close