S.Sebastiano 2016

Soddisfazione e nuovo Superiore per il dopo San Sebastiano

Mistretta – E’ stata una festa record.

Tra organizzatori, devoti, cittadini e turisti coinvolti e presenti, 50 mila persone hanno vissuto la settimana più importante di Mistretta. Neanche il tempo di rifiatare che i portanti si sono riuniti in assemblea per eleggere il nuovo “capo vara”. A furor di popolo e di voti, è stato eletto Superiore il portante Lucio Granata. “Sarò il superiore di tutti – ha detto – ma per poter svolgere questo compito molto importante ma altrettanto impegnativo chiedo l’aiuto del Signore, per intercessione di San Sebastiano e la collaborazione di tutti i cittadini, amastratini e non, affinchè possiamo con umiltà, collaborazione e unione fraterna continuare la tradizione che i nostri padri ci hanno tramandato per poterla trasmettere con fede e devozione alle nuove generazioni”. La vara di San Sebastiano è una macchina processionale tanto caratteristica quanto imponente. La portano a spalla 70 portanti, con devozione, penitenza ed immane sforzo fisico. Composti ed eleganti anche i 30 portanti della Varetta, perfetti sia nella performance formale che nello spirito religioso. La solenne processione è preceduta dalla “questua” e dalla “la raccolta dei miracoli”, quando stendardo di San Sebastiano, arriva nelle case di quelle persone che, per avere ricevuto il dono della grazia richiesta, offrono i cosiddetti ex-voto. E nella notte del Santo migliaia di giovani hanno trasformato la loro città in quella che hanno definito che la “Ibiza dei nebrodi”. “L’associazione Amastra Fidelis, nata ed operativa da fin luglio brinda sa tanti successi, la mostra “La mia Terra in un Cerchio” della fotografa Giacoma Chiella, la presentazione del saggio “San Sebastiano” del professore Cuva, la creazione dell’ippovia di San Sebastiano e la manifestazione “miss fata delle cascate”, lo spettacolo di Biagio Izzo, tornei e incontri. “Siamo stati vicini a tutta la popolazione – dichiara il vice presidente Mario Portera di Amastra Fidelis – abbiamo donato ad una famiglia colpita da calamità naturali le offerte delle messe del 18 agosto. Nello spirito del messaggio evangelico di amore portiamo avanti iniziative di solidarietà specialmente nei confronti delle categorie più svantaggiate come famiglie in stato di indigenza, e persone diversamente abili. Continueremo ad organizzare tutte le manifestazioni sino all’8 settembre festa della Madonna della Luce”.

Print Friendly

clean-service


mt-infissi


uniscuole

Close