Invito FB Chicco

Oggi alle 18.30 a Villa Piccolo Paolo Chicco presenta il suo ultimo romanzo

Capo d’Orlando – Oggi alle 18.30 a Villa Piccolo, sarà raccontata una Sicilia in cui “ciò che appare non è e ciò che è non appare”.

Lo farà Paolo Chicco, con letture di Antonio Puglisi e Donatella Ingrillì, musica e voce di Oriana Civile, in una presentazione organizzata da 98zero e dalla Fondazione Piccolo, che in quella stessa Sicilia ha ambientato “Le Mura di Tramontana”. E’ il secondo romanzo dell’avvocato torinese difensore in Cassazione di Anna Maria Franzoni durante il famosissimo processo. Paolo Chicco affida idealmente ai suoi personaggi, tra contraddizioni e scatti di coscienza e di cuore, “un romanzo d’amore per dissacrare tutto quello che sulla giustizia normalmente si dice”. Il protagonista è un giudice, Antonio Voce che si ritrova a dovere e volere incrociare la sua vita con quella di Rachele Dioguardi, giovane agente di polizia assegnata a compiti di scorta e protezione. Guidato dalla presenza del suo vecchio maestro Alagona e dagli antichi galeoni spagnoli che solcano le acque della sua immaginazione, Voce si muove nel labirinto di indizi, storie e suggestioni che il caso gli mette davanti e che lo porteranno invece a scoprire la verità su se stesso. L’istruttoria giudiziaria sull’omicidio Fratantoni e le vicende private di Voce sono le tessere di un unico puzzle che si completa con la scoperta che tra indagine giudiziaria e indagine privata non esiste differenza. In una Trapani popolata da personaggi e figure, come il giornalista locale Melo Currò e l’ispettore di polizia Sinisi si gioca la partita tra vita e sopravvivenza. “I pezzi di cartone si assomigliano tutti ma per chiudere uno spazio c’è una tessera sola. Se non la trovi, non puoi sistemare la successiva e il gioco non riesce”.

Leggendo il libro di Paolo Chicco, mai banale ma sempre intensamente provocatorio e stimolante, si ha la sensazione che l’autore sia un antagonista letterario di Gianrico Carofiglio, il quale da magistrato “crea” l’avvocato Guerrieri”, proprio come l’avvocato Chicco crea il giudice Voce. Paolo Chicco, classe 1951, ha vissuto ai massimi livelli del sistema giudiziario italiano, alla fine degli anni Settanta ha diretto una delle prime radio libere e fondato la rivista di politica e cultura “La Pallacorda”. Nel 2012 ha pubblica il suo primo romanzo “La Maledizione di Mezzapica”, ora tradotto anche in Australia, 7 racconti ambientati a Filicudi. Alla presentazione, interverranno Carmelo Occhiuto presidente della Camera Penale di Patti e Peppino Spinnato, in rappresentanza degli avvocati del comprensorio.

Print Friendly

clean-service


mt-infissi


uniscuole

Articoli Correlati

Close