san sebas

Tutti in piedi… Oggi è San Sebastiano!

Mistretta – E’ il giorno in cui un’intera comunità si ferma per dedicarsi solo al suo protettore. Oggi è San Sebastiano. In migliaia riempiono ogni anno le antiche vie del centro mistrettese per assistere al passaggio della “vara” e della “varetta” portate a spalla dai “portanti”, vestiti in abito tradizionale con camicia e calze bianche, pantaloni di velluto nero e fazzoletto carminio al collo. Sono loro che con penitenza e sacrificio, sorreggono il Santo nelle pesanti salite e nelle pericolose discese, senza un attimo di tregua e senza un attimo di pentimento. Alle 19 la preziosa vara comincerà il suo cammino, preceduta dalla varetta che contiene le reliquie del Santo. Religiosità e folklore si mescolano nei momenti più intensi della processione: “la corsa “e “la vutata” quando i portanti cambiano spalla per riportarlo in Chiesa, e “la girata” a San Vincenzo per riprendere la corsa verso il percorso tradizionale. E’ devozione, suggestione ed emozione. Ma è anche organizzazione e gestione, affidate quest’anno alla neo costituita associazione “Amastra Fidelis” che a fine luglio il Vescovo di Patti Ignazio Zambito ha “canonicamente eretto” nella diocesi di Patti. Presieduta dall’arciprete padre Michele Giordano e animata dal vicepresidente Mario Portera, “Amastra Fidelis” ha inaugurato una nuova fase di promozione e valorizzazione della tradizione storico-religiosa della comunità. Tanti gli eventi che hanno preceduto la solenne processione di oggi, dall’inaugurazione dell’ippovia dedicata al Santo, alle mostre fotografiche, dagli spettacoli “sotto le stelle”, agli eventi di ieri sera, con la straordinaria performance di Biagio Izzo che ha travolto il pubblico con “è tutto un recito” e le fontane di luce che hanno illuminato l’imponente piazza amastratina. Oggi più che mai vale lo slogan “Mistretta è festa” che l’associazione “Amastra fidelis” ha lanciato in vista di San Sebastiano è calzante. La processione di San Sebastiano, che si celebra due volte l’anno, il 20 gennaio e il 18 agosto, è il momento magico che i mistrettesi vivono con grande intensità emotiva. “Abbiamo bisogno di tutti -ha detto Mario Portera, vicepresidente di Amastra – ed in particolare dei giovani, il primo tesoro che noi abbiamo messo in gioco è il nostro tempo che vogliamo donare alla città”.

Print Friendly

clean-service


mt-infissi


uniscuole

Articoli Correlati

Close