ospedale mistretta

All’Ospedale SS. Salvatore la situazione resta molto critica. Allarme della Uil-Fpl

Mistretta – “Ad oggi ai cittadini di questo territorio non sono assicurati neanche i livelli essenziali di assistenza”.

I rappresentanti della Uil-Fpl denunciano così, ancora una volta, la situazione di disagio che ormai da mesi continua all’ospedale “S.Salvatore”. “Manca il primario di chirurgia funzionale alla ripresa delle attività operatorie, sono sotto organico anche gli anestesisti e i medici radiologi – si legge nella nota firmata da Pippo Calapai segretario generale, Angelo Cuva, segretario aziendale, Giuseppe Fazio e Giuseppe Iudicello, componenti delle Rsu – nonostante siano stati previsti in pianta organica, i reparti di lungodegenza con 20 posti, e quello Suap con altri 20 posti, non hanno trovato avviamento”. Il destinatario è sempre lo stesso, il direttore generale dell’Asp 5 di Messina Gaetano Sirna “sordo” rispetto alle richieste di aiuto che arrivano dall’ospedale mistrettese. I rappresentanti sindacali, lo scorso maggio avevano chiesto pubblicamente un incontro urgente con la direzione generale per “l’applicazione di quanto previsto in atto aziendale e in pianta organica per chiarire una volta per tutte se quanto con noi concordato, sia ancora attuabile in tempi brevi.” A distanza di mesi e di disagi e nonostante le promesse dei vertici aziendali, la situazione continua ad essere grave. “Permangono gravi criticità, scrivono Calapai, Cuva, Fazio e Iudicello, dalla chirurgia che non può assicurare nessun intervento in urgenza o programmato per carenze di personale, alle urgenze di ostetrica/ginecologica, dalla radiologia che continua ad erogare servizi in telemedicina al paziente politraumatizzato che non trova ortopedico, gli anestesisti continuano ad essere solo 2, e non si possono garantire le emergenze se uno dei due è impegnato in un trasporto presso altre strutture”. La Uil-Fpl ha sotto attacco anche il dirigente sanitario Mario Portera la cui gestione, “è votata solo allo smantellamento, per noi non esistono pause estive, porteremo avanti la nostra battaglia per chiedere, ora come mesi fa, l’applicazione di quanto previsto nell’atto aziendale e in pianta organica”.

Print Friendly

clean-service


mt-infissi


uniscuole

Articoli Correlati

Close