rocca

Il nuovo corso del Rocca comicia con buone premesse

Capri Leone –  Dopo le prime strette di mano, le presentazioni e le parole di rito è cominciata da una settimana la nuova stagione del Rocca.

La squadra si è riunita agli ordini del tecnico Ciccio Palmeri e del nuovo staff tecnico. Una nuova veste che apre ufficialmente un capitolo con tanti nuovi innesti tra giocatori e quadri dirigenziali. E’tutto ancora in divenire e con molta probabilità ci saranno altre novità da qui alla fine del mercato. Intanto la squadra si allena e si prepara ad affrontare le prime amichevoli estive in preparazione degli impegni ufficiali. Abbiamo scambiato qualche parola con Mr. Ciccio Palmeri

E’ trascorsa la prima settimana di lavoro, ci può tracciare un piccolo bilancio?

Il bilancio è senza dubbio positivo. I ragazzi stanno lavorando intensamente con dedizione e disponibilità al sacrificio. Non ci sono stati intoppi particolari, nessun dei ragazzi ha subito infortuni di alcun tipo, per cui abbiamo svolto tutto ciò che mi ero programmato con molto profitto e soddisfazione.

La squadra si presenta con un età media bassa, con tanti giovani alla prima esperienza in Eccellenza ed altri con esperienza maggiore. Cosa si aspetta?

La società ha fatto una scelta precisa puntando su un gruppo giovani di ragazzi validi sotto ogni punto di vista, non solo calcistico. Si sta formando una squadra coesa grazie a questi valori di educazione ed amore per questo sport. Dai più giovani mi aspetto dedizione al lavoro, voglia di imparare e crescere. Dai ragazzi più esperti attendo che facciano da guida in campo e nello spogliatoio. Tutti stanno rispondendo alle mie sollecitazioni e credo di avere a disposizione un ottimo gruppo di calciatori e di uomini.

L’obiettivo della stagione è raggiungere la salvezza senza troppi patemi. Quali saranno i punti di forza della squadra per ottenere questo risultato?

Saranno importanti tanti elementi: dall’equilibrio tattico alla condizione atletica, ma la nostra forza deve essere una chiara idea di gioco. Stiamo lavorando per questo. Sappiamo che dovremmo affrontare squadre molto più attrezzate di noi, ma senza presunzione scenderemo in campo con la voglia di giocare bene, a viso aperto puntando sulla nostra organizzazione di gioco.

Adesso comincerà un mino ciclo di amichevoli, cosa chiederà ai sui giocatori?   

Li considero tappe di un graduale avvicinamento alle gare che contano. Nelle prime uscite sarà importante valutare la crescita del possesso palla e della personalità. Successivamente saranno messi a punto le varie fasi di gioco.

Ritiene l’organico già completo o necessità di alcuni rinforzi?

Con la società siamo in dialogo costante e sa bene cosa serve ancora a questa squadra. Direi tre rinforzi per reparto tra i “grandi” e altrettanto tra gli under. Per questi in effetti stiamo valutando un buon numero di ragazzi che si allenano con noi. Alcuni di loro sono pronti ad aggregarsi a pieno titolo in prima squadra.

Durante la stagione ci saranno momenti difficili. Crede l’ambiente sia maturo nell’affrontare una annata certamente diversa dallo scorso anno?

Con la nuova stagione agonistica si è chiuso un ciclo importante, senza dubbio; ma ripeto si è chiuso. Sono arrivati nuovi giocatori, un nuovo staff e una nuova guida tecnica. Ci saranno difficoltà ma saranno le stesse difficoltà che tutte le squadre e società devono affrontare nell’arco della stagione. Sono già in preventivo per cui non c’è alcuna preoccupazione specifica.

Qualche giorno fa ha ricevuto la visita di Mr Bellinvia, cosa vi siete detti?  

Con Mr. Bellinvia sono legato da un sentimento di amicizia e di reciproca stima. E’ stata una visita molto cordiale, abbiamo parlato naturalmente di calcio in generale, senza un argomento particolare.

Grazie Mr. Palmeri.

Print Friendly

clean-service


mt-infissi


uniscuole

Articoli Correlati

Close