Conf st Music for integration

Festival della ceramica e “music for integration”

S.Stefano – Si alza ufficialmente il sipario sulla V edizione del “festival della canzone città delle ceramiche, con l’avvio di “music for integration”, progetto inserito nell’ambito Erasmus plus.

Il Festival ha come protagonisti 21 ragazzi provenienti da Malta, arrivati ieri nella città delle ceramiche, che per una settimana studieranno l’italiano, visiteranno le aziende, i laboratori e le botteghe di ceramica, cimentandosi anche con torni e decori. L’obiettivo è favorire l’incontro tra giovani di culture diverse che condividono la passione per la musica, strumento “vivo” di integrazione.

Con “music for integration” i giovani di Malta avranno l’opportunità di fare un’audizione con autori, produttori ed artisti del calibro di Vincenzo Capasso, Nunzio Ortolano, Paolo Vallesi e Francesco Gelardi, componenti della giuria chiamata a scegliere, giudicare e lanciare i talenti che partecipano al festival. La kermesse, ideata e condotta dall’assessore Alessandro Amoroso, che ormai da anni è uno degli eventi più attesi dell’estate siciliana, è l’evento centrale di “music for integration”. Il progetto, presentato dall’amministrazione comunale stafenese, è stato finanziato dall’Agenzia nazionale giovani che lo ha scelto, insieme ad altri 11, tra gli oltre 100 presentati in tutta la provincia di Messina. A palazzo Armao, alla conferenza stampa di presentazione era presente anche Giacomo Caci “inviato” dalla prefettura di Messina e dall’Agenzia nazionale giovani, che hanno firmato un protocollo d’intesa per il monitoraggio delle attività, in qualità di organo di controllo. Emozionato l’assessore Alessandro Amoroso “mentre in Europa e nel mondo ci si separa e ci si divide, a S.Stefano attraverso la musica uniamo giovani, passioni e culture”. Nella cabina di regia Erina Pruiti, Martina Patti, Alessandra Patti, Federica Gianello ed Emanuela Re che hanno coordinato la piattaforma progettuale e gestiranno le attività in loco degli ospiti maltesi. L’assessore Matteo Napoli ha ribadito l’importanza dell’Erasmus nella formazione professionale ed umana degli studenti e il sindaco Francesco Re ha ringraziato le autorità di Malta per la celerità e la serietà con cui hanno organizzato la trasferta siciliana.

Print Friendly

clean-service


mt-infissi


uniscuole

Articoli Correlati

Close