pizzino cgil

Precari: la CGIL non ci sta e passa al contro attacco.

Capo d’Orlando – “Il Sindaco o è stato informale male o non si è ben informato”. Secca la risposta di Nino Pizzino al primo cittadino.

Il segretario della CGIL di Capo d’Orlando Nino Pizzino non le manda a dire e risponde a tono alle accuse lanciate da Franco Ingrillì durante una conferenza stampa. “Se il Sindaco va sul sito delle Autonomie Locali può capire cosa è successo in questi mesi. Vogliamo essere precisi e corretti e per questo informiamo che c’è una circolare del 11 aprile che apre i termini per le richieste alla regione per il saldo acconto 2015. Quella cita il Sindaco datata 11 maggio, continua Pizzino, è una integrazione di quella precedente. Una ulteriore del 23 giugno riapre ancora una volta i termini e quindi si è arrivati quasi fuori tempo massimo facendo definitivamente richiesta dopo il 23 giugno. Quei comuni che invece hanno fatto richiesta già ad aprile o a maggio hanno ricevuto i soldi. Non i decreti, sottolinea Pizzino, ma i soldi in cassa come Castell’Umberto, Ficarra, Sant’Agata Militello e Milazzo”.

Il saldo per il 2015 ammonta a circa un milione e 390 mila euro. “Devo correggere ancora una volta il Sindaco, prosegue il sindacalista, perché la sua amministrazione ha pagato soltanto una mensilità e non tre come ha asserito. Per la precisione con decorrenza primo agosto è stato accreditato solo ieri il mese di gennaio 2016. Dicembre 2015 e tredicesima sono stati pagati il 3 giugno, due giorni prima di andare al voto alle ultime elezioni amministrative a Capo d’Orlando”.

Con la somma che il Comune comunque incasserà, anche se in ritardo, si potranno pagare tutti gli arretrati ormai accumulati. “Chiedo a questa amministrazione si impegni ufficialmente a pagare tutti gli stipendi arretrati che equivale alla somma che la Regione dovrà erogare”.

Ma c’è ancora altro. Nino Pizzino ha infatti incassato anche una sentenza del giudice del lavoro di Patti che condanna il Comune di Capo d’Orlando a pagargli gli arretrati e le relative spese legali. “Questa è una sentenza che sancisce in maniera inequivocabile che siamo dipendenti del Comune di Capo d’Orlando e pretendiamo rispetto. La Regione fornisce un contributo ma non siamo loro dipendenti”.

Print Friendly

clean-service


mt-infissi


uniscuole

Articoli Correlati

Close