notte_per_la_cultura

Notte per la Cultura. Riscoprire il Centro storico? Niente affatto, bisogna viverlo

Patti – Tutto pronto per la settima edizione di Notte per la Cultura, uno degli più attesi dell’estate pattese.

Quest’anno la manifestazione targata “Officina delle Idee”, in programma venerdì 5 agosto, si proporrà in una veste del tutto nuova grazie alla collaborazione con l’Indiegeno Fest, sposando appieno il tema dei migranti (filo conduttore del festival di musica indipendente in programma a Tindari e sul territorio comunale).

«Altrettanto produttiva – riferiscono gli organizzatori di Notte per la Cultura – è stata la collaborazione con l’associazione “Universo” e con numerose aziende locali. Forti di questi nuovi apporti, figli del grande successo di pubblico registrato anche nella scorsa edizione e della costante opera di sensibilizzazione per una ripresa della vita in centro, abbiamo optato per un deciso cambio di prospettiva. Da quest’anno l’affascinante “viaggio” per le vie e i monumenti del centro storico non sarà più teso alla scoperta di ciò che per troppo tempo è stato considerato come un corpo estraneo all’interno della città, da visitare una volta l’anno come un museo o un’area archeologica, ma alla rivitalizzazione (seppur per una sera) di esso».

Il percorso sarà più snello ma meglio inserito nel tessuto della vita degli antichi quartieri pattesi; «un itinerario – spiegano i componenti di Officina delle Idee – che di qui a poco tempo potrebbe costituire il naturale punto di ritrovo della cittadinanza nei momenti di svago, così come già accade nei borghi di altre città anche a noi vicine. Dunque non a caso quest’anno NpC contribuirà a far rivivere il bellissimo Quartiere San Michele e l’ex Convento di San Francesco, entrambi oggetto di recenti restauri che hanno reso possibile quest’opera di rivitalizzazione promossa da Officina delle Idee e sposata da tanti nuovi amici». A San Michele sarà possibile apprezzare i lavori di restauro della monumentale Porta e della scalinata di Vicolo Stretto, coi suoi intonaci rinnovati, le ceramiche e gli ulteriori abbellimenti apportati dai residenti del vicolo, mentre il San Francesco sarà  finalmente interessato – anche se solo per il breve spazio di una sera – da un gran numero di attività artistiche e letterarie.

Di seguito il programma della manifestazione:

19.00: nel pre-evento realizzato in collaborazione con l’Associazione Universo, i partecipanti potranno iniziare il proprio viaggio partendo alla scoperta del cosmo grazie alla visita all’interno del Planetario tridimensionale di recente installato nel centralissimo Parco Robinson.

20.30: visita alla Porta San Michele, recentemente restaurata.

20.30 – 21 – 21.30 – 22.00: partenza da San Michele per le visite guidate all’interno del centro storico. (chiesa di San Michele, ex convento di San Francesco, piazza Scaffidi, Palazzo dell’Aquila, cripta di Sant’Ippolito, chiesa degli Agonizzanti, chiesa di Santa Febronia alla Badia).

Al termine della visita, in piazza San Biagio ci sarà la possibilità di degustare i vini della Cantina Gatti e scoprire i prodotti gastronomici locali. La serata culminerà con due concerti, che porteranno alla scoperta di giovani talenti della musica popolare italiana: l’artista napoletano Toto Toralbo & I Minimali e Francesca Incudine, a cura degli organizzatori dell’Indigeno Fest.

Print Friendly

clean-service


mt-infissi


uniscuole

Articoli Correlati

Close