MINORANZA: “INCARICO INUTILE”

Il gruppo di minoranza ha presentato, questa mattina, una interrogazione al Sindaco di Capo d’Orlando, Enzo Sindoni, sulla nomina, a sua collaboratrice, del consigliere comunale Teresa Restifo. Secondo i consiglieri Sanfilippo, Micale, Trusso e Gemmellaro, l’incarico risulterebbe “inutile”, inopportuno, dannoso e persino riduttivo per l’immagine  del Consigliere comunale Teresa Restifo Pecorella. Di seguito l’interrogazione integrale dei consiglieri di opposizione.

Oggetto: Assessore “senza portafoglio”  – determinazione sindacale 1° luglio 2011 n. 52 – interrogazione a risposta scritta.

I  sottoscritti Consiglieri comunali, Gaetano Sanfilippo Scimonella, Giuseppe Trusso Sfrazzetto, Salvatore Alessio Micale e Gaetano Gemmellaro

Premesso:

  • con  determinazione sindacale 1° luglio 2011 n. 52, il Consigliere comunale Teresa Restifo Pecorella, di fatto, è stata nominata “Assessore senza portafoglio”, con “delega” per i servizi sociali, la sanità e i servizi educativi integrati;
  • che nella citata determinazione però si legge testualmente che “l’incarico è gratuito, non incide sull’iter procedurale di formazione degli atti della Giunta, non comporta la diretta adozione di atti amministrativi e non abilita alla approvazione di provvedimenti amministrativi”;
  • che, essendo l’incarico in questione evidentemente privo di alcuna “rilevanza esterna”, appare inutile consacrare l’apporto collaborativo spontaneo della Dr.ssa Restifo Pecorella in un atto amministrativo, peraltro affidando a un consigliere comunale un incarico, a quanto è dato sapere, normativamente non previsto da alcuna disposizione legislativa, statutaria o regolamentare;
  • che tale “incarico” può ingenerare anche confusione nei cittadini e nell’utenza, specie in presenza di settori così delicati come quelli oggetto della “delega”;
  • che tale stato di cose è “aggravato” dal fatto che la Dr.ssa  Restifo Pecorella, in passato, ha ricoperto con zelo e puntualità, l’incarico di Assessore comunale con le predette deleghe;
  • che l’”incarico” in questione, per essere affidato, avrebbe dovuto essere normativamente disciplinato da specifica norma che, ove esistente, avrebbe dovuto essere espressamente citata nel provvedimento in oggetto,

quanto sopra premesso e ritenuto, i sottoscritti consiglieri comunali interrogano la S.S. per sapere:

  1. se non ritiene amministrativamente  “inutile” e/o inopportuna, dannosa e/o persino riduttiva per l’immagine  del Consigliere comunale Teresa Restifo Pecorella l’adozione della  determinazione in oggetto;
  2. se non ritiene  opportuno revocare e/o ritirare immediatamente la predetta determinazione,  riportando nei ranghi della “normale” collaborazione istituzionale Sindaco/consigliere  comunale, come  normativamente  disciplinato, il rapporto con ogni
    consigliere comunale, sia esso di maggioranza che di minoranza.
  3. Si chiede la risposta  scritta e l’inserimento all’O.D.G. del prossimo Consiglio comunale.

I Consiglieri comunali Sanfilippo, Trusso, Micale, Gemmellaro.

Print Friendly

clean-service


mt-infissi


uniscuole

Articoli Correlati

Close