Consiglio

Campeggio a Marina con variante al Prg: Tripoli in escandescenze, l’opposizione abbandona l’aula

Patti – Un botta e risposta col sindaco Aquino manda in escandescenze il consigliere Tripoli che decide di lasciare l’aula; non prima però di aver subìto l’invettiva, decisamente fuori luogo, di un cittadino presente tra il pubblico: circostanza che costringe il presidente Molica a sospendere la seduta per riportare la calma.

Al rientro in aula Tripoli dichiara di non poter votare il punto per mancanza di elementi e decide di abbandonare la seduta. Lo seguono a ruota i consiglieri Impalà e Gregorio, che fanno venir meno il numero legale determinando l’interruzione dei lavori e il conseguente rinvio della seduta.

È il burrascoso epilogo della prima riunione “operativa” del Consiglio comunale del secondo mandato Aquino. Ad accendere gli animi il punto relativo alla richiesta di approvazione di una variante “leggera” al Prg per la trasformazione di un terreno agricolo in terreno ricettizio. L’area in questione, da adibire alla sosta dei camper, si trova nei pressi di Villa Pisani, proprio all’interno della frazione Marina. E coincide con la zona che durante la scorsa estate fu temporaneamente adibita a parcheggio privato per la sosta dei veicoli, anche notturna.

“È un progetto di lottizzazione privata che riteniamo di interesse collettivo per l’indotto economico che potrebbe creare. Inoltre – ha spiegato l’assessore Scarcella nel presentare la proposta al Consiglio – l’indice di edificabilità rimarrà invariato, per cui si tratta di un progetto assolutamente non invasivo”.

Poca roba per gli esponenti dell’opposizione, i quali hanno invece espresso due esigenze prioritarie: rivedere l’ormai scaduto Piano regolatore e ricavare nuovi parcheggi a Patti Marina, frazione che soffre proprio dell’endemica carenza di zone adibite alla sosta. Ecco, appunto, il nodo del contendere: «L’anno scorso si era parlato della creazione di centinaia di posti auto a Marina, oggi scopriamo che in quella zona un privato realizzerà un campeggio, fornendo al Comune solo ventiquattro parcheggi pubblici», è stata la considerazione del consigliere Tripoli.

Ma l’esponente di Patti Futura è andato oltre, chiedendo la presenza in aula del comandante della Polizia municipale per capire se fosse a conoscenza delle modalità di gestione dell’area durante l’ultimo anno. Poi la sottile provocazione: «L’area camper sarà ubicata nei pressi di quella già  esistente? Sono d’accordo con lo sviluppo della frazione Marina, ma questa città ha bisogno che le regole vengano rispettate!». Da qui la richiesta di rinvio del punto per consentire la convocazione di una conferenza dei servizi, effettuare gli opportuni sopralluoghi ed esprimere un parere ragionato. Tradotto: dopo la bagarre di giovedì, il punto, com’era prevedibile, è stato approvato ieri in seconda convocazione con i soli voti della  maggioranza.

Ma la questione sembra destinata ad andare avanti. Mentre il gruppo politico “Patti Democratica” ironizza dalla sua pagina Facebook chiedendo se si tratti di una variante o di una sanatoria, riportando tra l’altro l’immagine di un sito già attivo che titola: “Patti apre le porte ai Camper!”, l’opposizione avrebbe invece presentato degli atti al Comando della Municipale con tanto di documentazione fotografica, chiedendo quale sia l’attuale stato dei luoghi.

Campeggio

Print Friendly

clean-service


mt-infissi


uniscuole

Articoli Correlati

Close