Acquacultura 98zero

Acquacultura, pronto l’impianto delle “meraviglie”

Caronia – Sarà inaugurato domani, il nuovo grande “cuore” tecnologico dei Nebrodi. Un impianto di acquacultura.

Il secondo in Sicilia e addirittura l’unico, in regione e da Perugia in giù,ad avere un incubatoio. Può produrre 120 quintali di pesce, persico-trota e persico-spigola, che trovano habitat naturale nelle 10 vasche, 8 metri di diametro per 1,30 di altezza. Un progetto da 1milione 680 mila euro, finanziato per il 60% dall’assessorato regionale delle risorse agricole ed alimentari e cofinanziato dalla comunità europea. Lo ha realizzato un imprenditore ribelle e vivace di Caronia, Salvatore Contino che ne ha affidato la costruzione alla ditta di Sebastiano Contino. Troneggia in contrada Vasano ed è una struttura a ricircolo, si utilizza al 90 % sempre la stessa acqua e questo significa controllo scientifico e continuo e massima qualità del pesce. Il processo di filtrazione comincia con l’eliminazione dei solidi sospesi e continua con la creazione di colonie di batteri che trasformano i nitriti nei meno nocivi nitrati, attraverso bio elementi. Le torri di raffreddamento abbattono la temperatura dell’acqua e ne controllano l’ossigenazione, la vasca U V, da 100 litri secondo, la sterilizza. A rendere ancora più redditizio e potente l’impianto è l’incubatoio dove le specie si mescolano e si moltiplicano nelle cosiddette “bottiglie zug” all’interno delle quali nascono i girini che poi diventano avannotti, servono 5 o 6 mesi perché arrivino a pesare 600 grammi, è la taglia commerciale. Enormi le difficoltà, tecniche e burocratiche, per gestire ed “azionare” una struttura del genere. Servono geologi e biologi, e per l’acquisto dei materiali “andare” addirittura nei mercati europei, Germani in testa. “L’idea di questo impianto – racconta stanco ma determinato Salvatore Contino – nasce nel 2009 anno in cui ho presentato il progetto, finanziato nel 2011, partito nel 2013. Vengo dall’edilizia, settore piegato dalla crisi, per questo ho voluto investire diversificando e sfruttando la conformazione del territorio”. Salvatore Contino, uomo lucido e pragmatico lancia un appello alle istituzioni “anziché visionare le carte, si vada lui luoghi a vedere i progetti. Se andiamo avanti a via di carte non ce la facciamo”.

Print Friendly

clean-service


mt-infissi


uniscuole

Articoli Correlati

Close