crollo 01

Nuovo crollo nella sede del comando dei Vigili Urbani

Sant’Agata Militello – Ennesimo crollo del tetto nella sede del comando del corpo di Polizia Locale di Sant’Agata Militello di piazza Crispi, scalinata Regno delle Due Sicilie.

Già lo scorso maggio era stato disposta temporaneamente la chiusura della struttura a seguito del crollo del soffitto e del muro adiacente il portone d’ingresso, su richiesta del comandante dei vigili Vincenzo Masetta. La carenza dei locali da assegnare al corpo municipale ha reso necessaria la riapertura della sede, nonostante ritenuta inagibile e versante da circa un anno in stato di degrado.“Non garantisce- afferma il comandante Masetta- l’incolumità delle persone che si trovano all’interno, nonostante l’edificio sia stato oggetto di innumerevoli controlli e provvedimenti di inibizione uso dei locali non si era ancora provveduto al trasferimento in altri luoghi idonei.

crollo 02

Per garantire la sicurezza dei miei agenti e del personale amministrativo operante mi riservo a stretto giro di porre in essere tutti gli atti necessari per poter risolvere la questione”. Il sindaco Carmelo Sottile nel mese di febbraio, stante la segnalazione dell’ingegnere Girolamo Brunone, responsabile del Servizio di Prevenzione e Protezione (RSPP) aveva disposto “ di effettuare tutti gli adempimenti necessari atti ad inibire l’uso dei locali, ubicati fra la via Roma e piazza Crispi, al personale dell’Area di Vigilanza Urbana e predisporre il trasferimento del personale in altra sede”.

I crolli di lunedì hanno riportato in auge la problematica, determinando  una situazione di  grave  ed imprevedibile pericolo non solo per gli operatori, ma anche per  tutti i cittadini i quali giornalmente si recano negli uffici, attribuibile alla lesione ed ai continui cedimenti del soffitto e strutturali comportanti pertanto un consistente rischio di distacchi e la conseguente compromissione della pubblica incolumità. Numerose relazioni sono state redatte dai tecnici incaricati e dal RSPP Brunone in ordine alla verifica delle condizioni statiche e di sicurezza strutturale dell’immobile, corredate dalle relative conclusioni, nessuna misura preventiva, se non la chiusura richiesta dal comandante Masetta, è stata finora adottata. Sull’argomento erano intervenuti i consiglieri d’opposizione Elisa Gumina, Domenico Barbuzza e Valeria Fazio, presentando un’interrogazione.

“Gli addetti al Corpo di Polizia Municipale- si legge tra l’altro nel documento-  sono costretti a lavorare in condizioni difficoltose in locali che appaiono essere non idonei e che potrebbero rappresentare una situazione di pericolo per l’incolumità”. Per tale motivo avevano chiesto al primo cittadino quali iniziative urgenti intendesse  assumere per dirimere la difficile situazione. Da stamattina la Polizia Locale inoltre entrerà in stato di agitazione e sospenderà le turnazioni, la reperibilità ed i servizi domenicali e  festivi. Alla base della protesta , secondo quanto scritto da Vicenzo Masetta in una nota, “il mancato rispetto del contratto di lavoro, il mancato ripristino del fondo di salario accessorio, mancata liquidazione di quanto maturato e la carenza cronica dell’organico”.

Print Friendly

clean-service


mt-infissi


uniscuole

Articoli Correlati

Close