coniugi-ricco-galluzzo-(480x319)

Uniti per una vita si spengono a distanza di pochi minuti

Alcara Li Fusi – Uniti nella vita ed anche nella morte.

Gaetana Artino, 88 anni e Nicolò Ricco Galluzzo, 89 anni, di Alcara Li Fusi, dopo un’intera esistenza trascorsa insieme, sono deceduti a distanza di pochi minuti l’una dall’altro , sabato scorso, intorno alle 8. La loro storia ha destato profonda commozione in tutta la comunità nebroidea. Prima della dipartita i due coniugi, gravemente ammalati, lei a causa di complicanze determinate dalla caduta che aveva cagionato lo schiacciamento di una vertebra, lui reduce da un invalidante ictus, ormai immobili a letto da poco tempo erano stati trasferiti dai familiari in una casa di riposo di Torrenova. Gaetana, durante il soggiorno si era ulteriormente aggravata tanto da essere trasferita all’ospedale di Milazzo nel reparto di nefrologia, il marito quasi in coma attendeva il suo ritorno nella struttura. Per la donna i sanitari hanno consigliato il rientro a casa poiché ormai, entro poco tempo, inevitabile sarebbe sopraggiunta la morte. La famiglia allora l’ha riportata nell’abitazione coniugale  di via Libertà, nella quale è spirata poco dopo. A distanza di pochi minuti è giunta dalla residenza assistita la notizia della morte di Nicolò.

Grande sconforto ha sopraffatto le figlie, che hanno allestito la camera ardente per entrambi i genitori. I funerali sono stati celebrati congiuntamente nella chiesa Madre del paese domenica mattina, in moltissimi hanno reso omaggio a questa coppia straordinaria. Erano convolati a nozze il 14 ottobre del 1950. “Quest’anno- afferma il genero Nino Marino, maestro di musica e scrittore- avrebbero festeggiato 66 anni di matrimonio, dalla loro unione nacquero 4 figli Basilio, morto 4 anni fa, Maria, Pina e Lina”. “ Hanno sempre vissuto- racconta Marino- nella stessa casa al centro di Alcara, benvoluti e rispettati da tutti, circondati dall’affetto degli 8 nipoti e dei 2 pronipoti. Mio suocero era muratore, mia suocera, casalinga, si è sempre dedicata con impegno e dedizione alla crescita dei figli. Si sono separati solo per brevi ricoveri ospedalieri, insieme hanno intrapreso in simultanea anche l’ultimo viaggio, come se fossero uniti da un orologio biologico”. “Porterò sempre nel cuore- afferma il maestro Marino- il loro ricordo, due persone speciali, umili, generose, in particolare mi mancherà il sorriso di mia suocera, che a detta di tutti aveva un carattere meraviglioso,solare ed altruista nonostante la vita le avesse riservato un triste destino, rimase orfana di entrambi i genitori appena adolescente e fece da mamma ai suoi 4 fratelli. Conobbe Nicolò Ricco Galluzzo, che per amore rifiutò di emigrare dal paese natio e la sposò.

Nella foto Gaetana Artino e Nicolò Ricco Galluzzo seduti all’esterno della loro abitazione

Print Friendly

clean-service


mt-infissi


uniscuole

Articoli Correlati

Close