franco ingrilli fascia 2

Primi 30 giorni di amministrazione Ingrillì. Tra annunci e proclami cosa è stato fatto?

Capo d’Orlando – Sono trascorsi trenta giorni dall’insediamento della nuova amministrazione e cosa è stato fatto?

Dalla data di insediamento dell’amministrazione guidata dal nuovo Sindaco Franco Ingrillì è trascorso un mese. Abbiamo spulciato l’albo pretorio per capire cosa è stato fatto in questi primi trenta giorni dedicati per lo più ad ambientarsi e comprendere per bene le dinamiche di gestione della “cosa pubblica”.

Partiamo dalle ordinanze sindacali. In parole povere delle decisioni prese esclusivamente dal sindaco.

Due sono in effetti quelle degne di nota ma per diversi motivi. L’ultima, in ordine di tempo, quindi la più recente, è relativa alla REGOLAMENTAZIONE VIABILITA’ PER AUTORIZZAZIONE SUOLO PUBBLICO ALL’ESERCIZIO COMMERCIALE RISTORANTE PIZZERIA “LA SALETTA”. In pratica il primo cittadino ha deciso, su richiesta del legale rappresentate della ditta proprietaria del locale, di chiudere al transito veicolare il tratto di strada che collega la Via Messina alla Via Alessandro Volta, tutti i week end, da venerdì alle ore 19.00 (già da oggi dunque) sino a lunedì alle ore 2.00 del mattino. Il divieto riguarda anche la sosta, eccetto i residenti, lato Palermo, con rimozione forzata. Dall’ordinanza si evince che la strada rimarrà chiusa anche quando l’esercizio commerciale, di proprietà anche del consigliere ed ex assessore Rosario Milone, rimane normalmente chiuso ai clienti e cioè la mattina ed il primo pomeriggio di sabato e domenica. L’ordinanza sindacale non lo specifica quindi così sarà.

Altra ordinanza sindacale è quella riguardante INTERVENTO DI URGENZA A SALVAGUARDIA DELLA PUBBLICA INCOLUMITÀ E DEL LITORALE – REALIZZAZIONE RIPASCIMENTO – TRATTO ANTISTANTE IL LIDO DEL SOLE. In sostanza vista la disponibilità del privato che si è rivolto al Comune per risolvere la grave problematica dell’erosione della spiaggia in prossimità della sua attività commerciale, l’Amministrazione autorizza lo stesso a procedere, a spese proprie, al trasporto di sabbia dal porto alla sua attività rispettando alcune prescrizioni. Inoltre sempre l’Amministrazione autorizza la scelta della ditta privata effettuata sempre dal privato per lo svolgimento del piccolo ripascimento.

Secondo il consigliere di minoranza Gaetano Sanfilippo si tratta di una ordinanza molto discutibile in ordine giuridico. “Senza un minimo di programmazione si pone a carico di un privato, con una ordinanza, un prelievo di sabbia nella zona del porto. Siamo basiti perché quello dell’erosione è un problema serio e non lo si può affrontare così, senza una adeguata programmazione. Queste problematiche erano state affrontate con lo studio Sirito ma non è stato dato seguito alle sue indicazioni.

Per quanto concerne invece la Giunta, oltre ad aver emesso la delibera riguardante la RICHIESTA DICHIARAZIONE STATO CALAMITA’ NATURALE A SEGUITO DEGLI INCENDI, CAUSATI DALL’ECCEZIONALE CALDO DI SCIROCCO, CHE HANNO INTERESSATO IL TERRITORIO COMUNALE IL 16 GIUGNO 2016 poco altro è stato fatto se non nominare legali per opposizioni in procedimenti che vedono il Comune di Capo d’Orlando impegnato contro ditte ma anche contro dipendenti comunali. La più recente, infatti, che risale allo scorso 4 luglio, riguarda l’autorizzazione al sindaco di proporre appello contro la sentenza emessa dal tribunale di Patti – Giudice del lavoro, nel ricorso promosso da una dipendente comunale che ha visto condannare l’Ente per un importo superiore ai 40 mila euro complessivi e la nomina di un legale (Avv. Croce Ferdinando con studio in Messina) che segua questa vertenza.

Inoltre sono stati garantiti, ci riferisce l’Amministrazione, una serie di accessi per disabili a mare dalla Zona di Pissi sino al Lungomare. E’ già stato anche avviato, dal Comune di Capo d’Orlando, il progetto “ Centro estivo balneare” nell’ambito delle attività da destinare alle persone diversamente abili. Il centro sarà attivo nei mesi di luglio ed agosto sulla spiaggia del lungomare Andrea Doria, dalle ore 8,30 alle ore 12,30 nei giorni di martedì e giovedì. La gestione è affidata alla Cooperativa Sociale CO.SER che, impegnando personale specializzato cui è stato affiancato personale comunale, garantirà alle persone diversamente abili ammesse al progetto di accedere alla spiaggia e di fruire delle attività di balneazione.

Ma è anche vero che Capo d’Orlando si presenta ai turisti con mezzo lungomare Andrea Doria chiuso al transito e senza concedere accesso a mare nel tratto interessato dal cantiere per il rifacimento del marciapiede e della pista ciclabile.

Inoltre del programma estivo, nonostante i diversi annunci fatti, ancora non è stato presentato. Si viaggia alla giornata. Il Comune ha infatti annunciato proprio oggi che questo week end sarà presente in Piazza Matteotti il camper Tour di MEDIASET , in giro in questi giorni in tutta Italia. La società di produzione selezionerà persone di età compresa dai 18 ai 90 anni che vogliono cogliere l’occasione di essere protagoniste o che abbiano una storia da raccontare per una nota trasmissione in onda su canali MEDIASET. Sarà il cantautore orlandino SalvoEmme, alle 21,30 nell’isola pedonale a dare il via alla Musica Live dei week end estivi, mentre al Castello Bastione alle 22,00 la Balera apre le danze del sabato sera.

Poi ci sono gli annunci che non hanno trovato seguito. Ad esempio quello relativo alla “isola ecologica” sotto il faro. Il Sindaco aveva pubblicamente annunciato che entro la fine di giugno sarebbe stata eliminata compresi i muri che ne delimitano la zona. Non sembra però che questo sia avvenuto. E’ probabile che entro la meta di luglio riesca a mantenere l’annuncio fatto.

Altro tasto che è stato toccato dall’amministrazione ed annunciato riguarda i parcheggi a pagamento sino le 23 e che qualche polemica ha creato soprattutto tra i residenti. Si è svolto un incontro tra la ditta che gestisce i parcheggi a pagamento e il comune ma non si hanno ancora notizie sull’esito.

Print Friendly

clean-service


mt-infissi


uniscuole

Articoli Correlati

Close