IL SINDACO AVEVA GIA’ MANTENUTO LA PAROLA DATA. AD AGOSTO AVEVA PAGATO


Con tanto di fotocopia dell’ordinativo di incasso del bilancio esercizio finanziario 2010, il Sindaco di Capo d’Orlando, Enzo Sindoni, dichiara, tramite un comunicato stampa, che già il 5 agosto del 2010 aveva provveduto a pagare le spese per la sentenza n. 171 del Tar di Catania, per 2.619,27€ impegnate dal Comune con determina n. 124 del 28/05/2010. La risposta nasce da una interrogazione presentata proprio ieri dai consiglieri di minoranza Salnfilippo, Trusso, Micale e Gemmellaro. Di seguito la dichiarazione integrale di Enzo Sindoni:

“Il tono dell’interrogazione dei Consiglieri Comunali, Sanfilippo,  Gemmellaro, Micale e Trusso, è in linea col clima di aggressività alimentato su blog e social network da chi, non rassegnandosi al chiaro e legittimo risultato elettorale, tende inutilmente di portarmi alla rissa verbale giungendo a provocazioni infantili. Spiace rilevare che anche tra i Consiglieri Comunali c’è chi si presta a questo gioco il cui obiettivo non è centro l’interesse di Capo d’Orlando, ma colpire ad ogni costo ed in qualsiasi maniera Enzo Sindoni. Come accaduto in occasione della vicenda Vodafone, e come sempre nella mia vita, mantengo la parola data. Informo di avere provveduto personalmente al pagamento delle spese per la sentenza del TAR n° 171/10 già in data 05 agosto 2010”.

Print Friendly

clean-service


mt-infissi


uniscuole

Articoli Correlati

Close