guensi

Ai domiciliari il marocchino accusato di tentato omicidio ad Acquedolci

Acquedolci – Ai domiciliari Allal Guensi  di nazionalità marocchina imputato di tentato omicidio e lesioni personali.

Il 28enne di Acquedolci assistito dall’avvocato Giuseppe Mancuso ha ottenuto dal Gip del tribunale di Patti Eugenio Aliquò la mitigazione della misura interdittiva purchè indossi il braccialetto elettronico, richiesta alla quale il pm Giorgia Orlando non si è opposta . Arrestato dai Carabinieri all’aeroporto di Palermo mentre tentava di imbarcarsi su un volo per Casablanca. L’uomo aggredì un 29enne di Acquedolci, pestandolo e  riducendolo in in fin di vita.

L’episodio accadde in Corso Italia, pieno centro cittadino di Acquedolci, alle prime luci dell’alba del 29 settembre 2015. Secondo i riscontri dei Carabinieri della locale stazione, il marocchino, già noto alle forze dell’ordine, si sarebbe scagliato contro il coetaneo per futili motivi e con violenza inaudita. L’uomo colpì la vittima ripetutamente con calci e pugni poi, nonostante fosse per terra privo di sensi, continuando ad infierire facendogli sbattere più volte la testa sul selciato. Dopo l’aggressione, il 29enne marocchino scappò ed arrestato fu recluso nel . carcere Pagliarelli di Palermo.

Print Friendly

clean-service


mt-infissi


uniscuole

Articoli Correlati

Close