porto sagata

Sarà la “Rina Check srl” a validare il progetto esecutivo del porto

Sant’Agata Militello – Il progetto esecutivo del porto santagatese sarà validato dalla società genovese “Rina Check srl”.

Al termine dell’esame posto in essere dalla commissione è risultata vincitrice della gara l’impresab “Rina Check srl”, alla quale è stato attribuito un punteggio pari a 97 punti. Al secondo posto l’offerta presentata dall’Ati Conteco Check – No Gap di Milano con 79,024 punti, mentre al terzo posto si è classificata la Italsocotec spa di Roma con 74,50 punti. Esclusa l’offerta proposta da una quarta impresa, l’Icover di Cosenza, poiché la documentazione trasmessa è stata giudicata non esaustiva a comprovare la capacità tecnico-amministrativa della società.

La commissione esaminatrice presieduta dall’ingegnere Calogero Silla, responsabile dell’Area dei Lavori Pubblici del comune, e composta dagli esperti nominati per sorteggio dall’Urega di Messina, l’avvocato Giovanni Barbagallo per la parte giuridica e l’ingegnere Pietro Faraone per quella tecnica, e dal segretario verbalizzante Ignazio Scaffidi Abbate, ha nei giorni scorsi concluso le procedure di gara per l’affidamento del servizio di valutazione del progetto esecutivo presentato dalla Cogip per il completamento del Porto dei Nebrodi della città.

Tutte e tre le offerte presentavano, per la parte economica, un ribasso del 30 per cento sull’importo base di gara di 156.532,35 euro. Decisiva si  è rivelata per la ditta vincitrice l’attribuzione di 70 punti per l’offerta tecnica, alle altre due in lizza sono stati attribuiti rispettivamente 52,02 e 47,50 punti. In virtù del punteggio attribuito alla prima classificata, considerato che sia i punti relativi al prezzo offerto che la sommatoria dei punti relativi agli altri elementi di valutazione superano la soglia dei quattro quinti dei corrispondenti massimi previsti dal bandi di gara, la commissione esaminatrice ha ritenuto necessaria una verifica della congruità dell’offerta presentata dalla Rina Check srl, trasmettendo gli atti al Responsabile unico del procedimento (Rup). Una volta conferito l‘incarico, la certificazione del progetto consentirà dunque al RUP, ingegnere Basilio Ridolfo, di procedere con la definitiva validazione e la consegna dei lavori.

L’iter tuttavia, prima di giungere all’apertura del cantiere, dovrà comunque essere sbloccato dalle determinazioni del dipartimento tecnico dell’Assessorato regionale alle Infrastrutture, il quale settimane addietro aveva stoppato il bando per la designazione della figura di direttore dei lavori e responsabile della sicurezza, optando altresì per l’individuazione di professionisti interni alla pubblica amministrazione.

Print Friendly

clean-service


mt-infissi


uniscuole

Articoli Correlati

Close