98Bendetto Timpanaro e Nino Lipari

Nino ha perso tutto, gli amici e Benedetto gli “ridanno” il futuro

Mistretta – E’ una di quelle storie che fanno bene al cuore. L’incendio che ha devastato Motta D’Affermo ha trasformato la falegnameria di Nino Lipari in cenere. Gli ha tolto tutto, ma non il futuro. Grazie alla generosità e alla solidarietà di amici ed estranei il giovane falegname di Mistretta, potrà continuare a costruire. Si, perché da ieri alle 14.30 ha un nuovo posto per ricominciare. Non l’ha comprato, non l’ha chiesto in prestito, l’ha “solo” avuto da un falegname più vecchio, Benedetto Timpanaro che sa cosa significa perdere tutto e ripartire. La storia la racconta Giuseppe Salerno, amico fraterno di Nino che insieme ad Antonio Scillia e Giovanni Aliberti ne è uno dei protagonisti. “Appena ho saputo mi sono precipitato a casa di Nino, l’ho trovato sul divano, insieme a Vincenzo Oieni, il vice sindaco di Mistretta e gli amici Antonio e Giovanni – racconta Giuseppe Salerno – non riusciva a darsi pace, a capire da dove e in che modo poter ricominciare. Con Giovanni ed Antonio abbiamo pensato subito di creare una catena di solidarietà, da Mistretta al più lontano possibile. Abbiamo ad una postepey, una prepagata per facilitare le donazione – racconta commosso – e a lancio di una campagna di sensibilizzazione che, dal porta a porta, alla televisione, passando dai social, avrebbe dovuto raggiungere tutti”. Non solo gli amici, ma anche il grande cuore degli estranei che si scoprono fratelli di cuore e di esperienza. “Mi sono rivolto ad una mia amica figlia di un falegname in pensione, che però ha mantenuto la sua falegnameria – racconta ancora Salerno – chiedendole aiuto. Mi ha richiamato poco dopo per dirmi che il padre era pronto a mettere a disposizione gratuitamente tutto quello che aveva, attrezzi e locali”. Quando Giuseppe ha comunicato la bella notizia a Nino e alla moglie, le lacrime di disperazione si sono trasformate in lacrime di gratitudine e speranza. “Posso solo dire che il signor Timpanaro è un grande uomo – ha detto Nino – un padre di famiglia che si è immedesimato e si messo a disposizione senza chiedere nulla in cambio posso solo ringraziarlo per tutto quello che sta facendo per la mia famiglia”.

Print Friendly

clean-service


mt-infissi


uniscuole

Articoli Correlati

Close