assessori

Emozionati ma determinati, ecco le prime dichiarazioni dei nuovi assessori

Patti – Emozionati ma determinati a far bene. Ecco le prime dichiarazioni a caldo dei quattro assessori che compongono la nuova giunta della seconda amministrazione Aquino.

“Sono molto soddisfatta ed emozionata. E ringrazio il sindaco – ha detto Alessia Bonanno – per aver riposto ancora fiducia in me. È chiaro che la nomina a  vicesindaco mi carica ancor più di responsabilità, ma spero di svolgere il mio compito con lo stesso impegno e con la stessa diligenza con cui ho operato durante il primo mandato”.

“Sono emozionata ed entusiasta, ma anche pronta a mettermi al servizio della città. Quelle che mi sono state conferite – ha esordito Valentina Campana – sono deleghe importanti che hanno bisogno di molta attenzione, per cui già da domani comincerò a lavorare a pieno ritmo”.

“Sono parecchio emozionato per questo grande impegno che ho preso accanto a Mauro Aquino e insieme al gruppo “Sicilia Futura”. Siamo orgogliosi – ha dichiarato Attilio Scarcella – di poter dare il nostro contributo e sono anche felice per il prossimo ingresso in Consiglio di Francesco Arrigo. Il nostro progetto è andato ben oltre le aspettative, con due esponenti di Sicilia Futura in Consiglio e uno in Giunta”.

“Grande gioia e grande onore di far parte della squadra che amministrerà la città. La delega al turismo – sono le parole di Achille Fortunato – è molto importante e svolgerò il mio compito con massima dedizione e serietà, senza lesinare sacrifici. Ringrazio il sindaco che mi ha nominato nella sua squadra, la lista Centro per Patti di Rosario Sidoti che mi ha proposto, l’associazione “Per Patti Libera” che mi sostiene da anni e la mia famiglia che ha sempre creduto in me”.

“Gli assessori – ha spiegato Aquino – sono quattro perché lo impone la legge, ma rappresentano una squadra straordinaria che si è formata durante la campagna elettorale e rappresentano soprattutto la città. Ho chiesto loro di coinvolgere e ascoltare tutti, le divisioni devono cessare, ci aspettano cinque anni nei quali la sorte dei comuni sarà messa a dura prova, per cui in momenti difficili sono indispensabili unità e condivisione. Questo vale anche per il Consiglio e per tutte le forze politiche, sindacali e associative. Anche dai singoli cittadini ci aspettiamo un contributo importante per il raggiungimento degli obiettivi che loro stessi ci hanno indicato”.

“La squadra – ha proseguito Aquino – è molto giovane, ma non è un caso: siamo convinti che bisogna partire dall’esperienza dei grandi, ma le idee e la voglia di fare devono camminare sulle gambe dei giovani, i quali devono dimostrare di non rappresentare affatto quella generazione perduta di cui spesso si parla”.

 

Print Friendly

clean-service


mt-infissi


uniscuole

Articoli Correlati

Close