image-6

Confessò l’omicidio del figlio, trent’anni per Cosimo Crisafulli

BARCELLONA – Condanna a trent’anni per Cosimo Crisafulli, 65 anni, reo confesso dell’omicidio del figlio Roberto, avvenuto il 15 maggio di un anno fa. L’uomo è stato giudicato con il rito abbreviato, evitando la pena dell’ergastolo.

I fatti si verificarono nella casa familiare di Via Statale Oreto. In un primo momento, nei guai era finito un altro figlio dell’uomo e fratello della vittima, individuato come responsabile dell’omicidio. Da qui, la confessione del padre che ha trovato riscontro negli accertamenti balistici, quali stub e intercettazioni telefoniche e ambientali. Cosimo Crisafulli è stato quindi arrestato, mentre il figlio accusato ingiustamente veniva scarcerato.

Secondo quanto ricostruito dai Carabinieri della Compagnia di Barcellona Pozzo di Gotto, Roberto Crisafulli, che abitava al secondo piano dello stabile con la compagna, aveva fatto rientro in casa intorno alle 3 di notte in evidente stato di ebrezza. Aveva creato un po’ di disordine che è stata alla base della lite al culmine della quale sarebbe stato esploso il colpo di fucile che lo ha centrato in pieno petto.

 

 

Print Friendly

clean-service


mt-infissi


uniscuole

Articoli Correlati

Close