IMG-20160609-WA0007

Festa per il pensionamento della “Maestra Rosetta” – le foto

Piraino – Dopo 35 anni di insegnamento alle scuole elementari del comune di Piraino va in pensione la maestra Rosa Ceraolo, per tutti semplicemente la maestra Rosetta.

Una vera e propria istituzione della scuola pirainese, un punto fermo per generazioni. Una vita spesa tra i banchi, formando schiere di giovani.  Questo è stato il suo ultimo anno di insegnamento e come dimostrano le foto si è congedata con affetto dai suoi piccoli allievi. Sorrisi e lacrime come cornice  di questi anni di vita scolastica.

IMG-20160609-WA0047

Lo scorso 3 Giugno gli allievi della I e della III classe dell’Istituto comprensivo i Gioiosa Marea le hanno regalato una splendida festa di congedo. coordinati dalla maestra Maria Rosa Lenzo e da Rita Musarra e Concetta Dettori, in qualità di rappresentati dei genitori per le classi prima e terza.

IMG-20160609-WA0010

IMG-20160609-WA0009

IMG-20160609-WA0013

Toccante il discorso della maestra Lenzo letto durante la festa finale, che riportiamo di seguito:

Cara Rosetta, questo momento che sembrava molto lontano fino a poco tempo fa è giunto, suscitandoti stati d’animo contrastanti. Da un lato pensi al nuovo anno scolastico che verrò senza i tuoi amati alunni; dall’altro immagini un futuro con una grande disponibilità di tempo da dedicare alla tua vita, ai tuoi interessi, ai tuoi familiari, in particolare ai nipotini presenti e a quello in arrivo. Ogni “congedo” è sempre amaro, soprattutto per chi si accinge a lasciare la scuola, cioè “l’insegnamento”, esperienza gratificante e ricca di sorprese quotidiane che danno la grinta e la forza,  per superare qualsiasi difficoltà con professionalità e competenza. Ti mancheranno i colleghi con i quali hai condiviso anni e anni  o meglio decenni di esperienza e di amicizia, anni costantemente sommersi da circolari, corsi, riunioni a non finire…e anche in momenti non semplici te ne sei uscita con la tipica frase “lassamu perdiri va”. Resta il fatto che la pensione rappresenta pur sempre un allontanamento, sia da una routine consolidata, sia dall’adempimento del proprio lavoro, ma non è un processo definitivo perché adesso entrano in gioco i ricordi che risvegliano, sempre, le emozioni provate e quelle regalate.  Cara Rosetta, ricorda, quindi, che la pensione non è un traguardo, ma la linea magica di un orizzonte, dove poter rallentare la corsa, per raccogliere i sogni di una vita […]”. 

IMG-20160609-WA0025 IMG-20160609-WA0022

IMG-20160609-WA0018

 

 

Print Friendly

clean-service


mt-infissi


uniscuole

Articoli Correlati

Close