12115524_1108137742548474_998156920903831363_n

Alla scoperta di un “tesoro vivente”

Mistretta – La Sicilia si “coccola” Gaetano Russo. Tv, redio e network vanno alla scoperta del giovane scultore, ufficialmente dichiarato “tesoro umano vivente”, dall’assessorato cultura dipartimento dei beni culturali patrimonio UNESCO della regione.

Figlio d’arte vive e opera a Mistretta nel suo studio, città e culla che ama e custodisce con le sue opere, donate sempre con immensa passione. Nel 2014 fonda il museo dello scalpellino, ospitato presso il palazzo Portera a Mistretta, grazie al presidente del Parco dei Nebrodi Antoci e al sindaco Porracciolo e in collaborazione con la locale Pro Loco. Vulcanico ed instancabile, è stato anche presidente della consulta comunale del centro storico, ed è il promotore di una raccolta firme per intitolare Mistretta “città di pietra”. Sorriso umile e sguardo intelligente non si arrende davanti le difficoltà e anche quando si ritrova da solo porta aventi le sue battaglie senza cedere. “Un grazie a chi ha promosso e promuove Mistretta – dichiara – a tutti gli artigiani che l’hanno costruita pietra dopo pietra. Nino Testagrossa, Sergio Todesco, Mariano Basci, Eugenio Ferrara, Vincenzo Provenzale, Francesco Cuva, Nella Faillaci e Vincenzo Sgrò, mi hanno trasmesso saperi e conoscenze”. Gaetano Russo non dimentica la sua amata famiglia e svela un segreto “la mia musa e fonte di ispirazione è la mia fidanzata Laura Romano”. Ha realizzato l’altare delle chiesa madre di Motta d’Affermo commissionato direttamente dalla soprintendenza. Ha collaborato gratuitamente per il recupero di opere architettoniche con i Lions Club Mistretta-Nebrodi, ha coordinato il progetto “pese albergo”, e organizza i simposi di scultura. Il 15 maggio 2013 ha donato un’ opera anche al Papa e opere sue sono conservate anche a Messina e Catania. L’amministrazione comunale, guidata dal sindaco Piborio Porracciolo consegnerà un riconoscimento all’artista nel corso del prossimo consiglio comunale. “Nella vita ho sempre lottato e lavorato per far capire che la bellezza è figlia della cultura – ha commentato Russo – la mia profonda stima è per coloro che lavorano con passione e dedizione anche se non hanno visibilità”.

Print Friendly

clean-service


mt-infissi


uniscuole

Articoli Correlati

Close