fallo aquino2

Encomio solenne al poliziotto Basilio Fallo, esempio di coraggio, umanità e coerenza

Patti – Una cerimonia intima, quasi familiare; gesti e parole di ammirazione; amici, colleghi e parenti visibilmente emozionati. A Patti è il giorno di Basilio Fallo, l’assiste capo di Polizia in servizio presso il  locale commissariato, protagonista dell’eroico gesto compiuto nelle acque dello Stretto di Messina per salvare un uomo in procinto di annegare.

Quel tuffo di dodici metri da un traghetto della “Caronte&Tourist” è rimasto impresso nella mente di migliaia di persone, testimonianza dell’impavidità di un uomo perennemente in servizio. Con o senza la divisa.

A lui la città di Patti ha consegnato questa mattina l’encomio solenne di fronte al questore Giuseppe Cucchiara, al sindaco di Messina, Renato Accorinti, e al vicequestore del commissariato di Patti, Carmelo Alba. «Quello compiuto da Basilio – ha esordito il sindaco Aquino – è un gesto da additare come esempio per tutti. La sua umanità e il suo straordinario altruismo ci sono entrati nel cuore; pensare a un poliziotto fuori servizio che salva una vita ci conferma la straordinaria professionalità di chi lavora nelle forze dell’ordine. Abbiamo dunque pensato ad una cerimonia snella e discreta per rivolgere il nostro sentito grazie a Basilio».

«Felice di aver accolto questo invito. Oggi – ha detto il sindaco Accorinti – esprimiamo insieme il senso  della comunità e della condivisione stringendoci intorno a Basilio Fallo e tributandogli i giusti onori per il gesto compiuto. E proprio a lui dobbiamo guardare per l’insegnamento che ci ha dato, applicando alla lettera ciò che ci suggerisce la nostra cultura cristiano-cattolica: ama il prossimo tuo come e più di te stesso. Questo Fallo ce lo ha dimostrato con il suo grande gesto di altruismo e umanità. Speriamo che sia contaminante per tutti noi».

«Ho accettato questo invito senza esitazione. Oggi – sono le parole del questore Cucchiara – rendiamo onore ad un uomo che ha riempito di orgoglioso tutta la comunità. Quando ho saputo del gesto gli ho telefonato con molto pudore, lo conoscevo sotto l’aspetto professionale, come uno degli uomini di punta della squadra investigativa di Patti, ma sapevo poco del suo carattere. Sono rimasto stupito della serenità con cui mi ha risposto al telefono, come se non fosse accaduto nulla di speciale. Ho poi ritenuto di dover chiamare il Capo della polizia, che ha voluto a suo volta contattare Basilio per congratularsi personalmente con lui. L’agente Fallo è un esempio di coerenza umana».

Poche parole, un sorriso accennato con umiltà, un viso che tradisce l’emozione del momento: «Grazie a tutti per le vostre parole e per il riconoscimento con cui mi state premiando», taglia corto l’Assistente capo. Del resto, nella vita i fatti contano molto di più delle parole. E questo Basilio lo sa alla perfezione.

Questo il testo dell’encomio che la città di Patti ha consegnato al poliziotto e concittadino: “All’assistente Capo della Polizia di Stato, in servizio  presso il Commissariato di Patti, Basilio Fallo, il quale mentre libero dal servizio si trovava a bordo di un traghetto che attraversava lo Stretto di Messina, notato un uomo in mare che stava per annegare, dando esemplare dimostrazione di impavidità non esitava a gettarsi nelle fredde acque, riuscendo a sottrarre da sicura morte il malcapitato”. Complimenti Basilio, ad maiora!

Print Friendly

clean-service


mt-infissi


uniscuole

Articoli Correlati

Close