maestre

I filmati registrati dal 7 marzo al 9 aprile. Sono quattro le donne coinvolte ma 3 le sospese.

Patti – Sono quattro le donne coinvolte nell’operazione portata a segno dagli agenti del commissariato di polizia di Sant’Agata Militello in una scuola elementare dei Nebrodi.

Il PM Giorgia Orlando aveva chiesto la misura interdittiva della sospensione per le quattro indagate, 3 insegnanti ed una collaboratrice scolastica. Il GUP Ugo Molina, a seguito dell’interrogatorio svoltosi lo scorso 20 maggio delle donne coinvolte nell’inchiesta, ha disposto la sospensione dell’esercizio della professione per le 3 maestre mentre, accogliendo così la tesi difensiva dell’avvocato Benedetto Ricciardi, ha rigettato la richiesta di sospensione per la collaboratrice scolastica la quale, come si legge nell’ordinanza, “non aveva alcuna specifica posizione di garanzia nei confronti degli alunni”. Inoltre per la stessa, per ciò che riguarda i metodi didattici ed educativi adottati nelle ore di insegnamento, secondo gli inquirenti, “non appaiono superati i limiti delle convivenza non punitive”. Nei confronti della maestra di 57 anni sospesa per un anno l’avvocato Ricciardi ha dichiarato che si riserva di pronunciarsi dopo una visione completa e dettagliata dei filmati oggetto di indagini che si sta svolgendo proprio in queste ore.

Per l’insegnante sottoposta a sei mesi di sospensione il legale precisa che la sua assistita non è imputata del compimento di alcun atto di violenza fisica e verbale perpetrata ai danni degli alunni. Dopo una prima e sommaria visione dei video è stato annunciato il ricorso al tribunale del riesame.

Print Friendly

clean-service


mt-infissi


uniscuole

Close