Borghese_faranda_annarita_sidoti

Al Borghese – Faranda una vera festa dello sport nel nome della campionessa Annarita Sidoti

Patti – In occasione del primo anniversario della morte di Annarita Sidoti, il campo polivalente dell’istituto Borghese-Faranda è stato intitolato all’indimenticata campionessa mondiale di marcia, scomparsa il 21 maggio del 2015. La cerimonia si è svolta nell’aula magna della scuola alla presenza della famiglia di Annarita. C’erano il marito Pietro, i figli Alberto, Federico ed Edoardo,  la sorella Nadia e la mamma  Sara.

Dopo il saluto della dirigente Francesca Buta, sono intervenuti il sindaco Aquino, il presidente del Coni, Aldo Violato, e il dott. Pietro Strino, marito della campionessa, il quale ha ringraziato la dirigente per l’iniziativa con parole piene d’ammirazione e ha poi ricordato la figura della moglie mettendone in evidenza gli aspetti  che hanno fatto di lei un’icona dello sport a livello mondiale attraverso enormi sacrifici, perseveranza e dedizione.

Al commovente intervento di Pietro Strino è  seguito quello della prof. Carmela Aiello, che ha ricordato gli inizi di Annarita accanto al prof. Salvatore Coletta, figura fondamentale nella vita sportiva della campionessa.

Poi si è svolta la consegna della targa e delle medaglie alla famiglia e ai figli,mentre gli studenti hanno omaggiato la campionessa con la lettura di alcune poesie e con degli intermezzi musicali eseguiti dagli allievi Mattia Pascale, Sara Gregorio e Sharon Ceraolo.

Atmosfera suggestiva anche all’interno del campo polivalente, dove il figlio maggiore della campionessa ha scoperto la targa in ricordo della mamma. La cerimonia si è conclusa con la benedizione della targa da parte di padre Lembo. Infine alcune gare dimostrative di marcia, salto in lungo e pallavolo a cura dei docenti di scienze motorie dell’Istituto.

borghese_faranda_annarita_sidoti (2)

Print Friendly

clean-service


mt-infissi


uniscuole

Articoli Correlati

Close