liste 04

Una piazza stracolma e attenta alla presentazione delle liste di Librizzi. Oggi confronto a Radio DOC

Capo d’Orlando – Piazza Matteotti è stata letteralmente invasa di persone che non hanno voluto mancare alla presentazione delle liste del candidato Sindaco Salvatore Librizzi.

Sono stati presentati ufficialmente i 64 componenti delle 4 liste a sostegno di Salvatore Librizzi. Condotto magistralmente da Peppe Marici, responsabile della comunicazione del candidato a Sindaco, ad aprire gli interventi Sandro Gazia, coordinatore de “I Paladini d’Orlando”, che ha centrato il suo discorso sulla nascita di questa nuova lista che comprende rappresentanti delle contrade. Un discorso mirato alla valorizzazione delle periferie ma anche del centro visto che sui 60 punti programmatici controfirmati dal candidato Librizzi e proposti dai “Paladini” gran parte sono dedicati alla risoluzione di problematiche inerenti il centro cittadino.

liste 02

A seguire Annalisa Germana della lista “Capo d’Orlando Migliore” che ha puntato l’attenzione motivando la scelta di sostenere con la sua coalizione il candidato Librizzi e non risparmiando frecciatine ai competitors.

L’intervento probabilmente più accorato è stato quello di Renato Mangano della lista “Muovi Capo d’Orlando – Uniti per Crescere”. Conflitti di interesse, amicizie politiche e risposte decise e nette alle accuse di “accozzaglia” o “aggregazione a scopo di interessi personali” sono stati gli argomenti principali trattati da Mangano e riferiti direttamente, senza mezzi termini, al competitor Franco Ingrillì. Un Renato Mangano sicuramente mai visto così appassionato e vivace. Applausi a scena aperta su espressioni probabilmente colorite ma mai volgari che hanno infiammato la platea.

liste 03

Alessio Micale di “Valore Pubblico” si è concentrato sul servizio di raccolta differenziata riprendendo un punto del candidato Sindaco Franco Ingrillì che testualmente recita: “ Pur essendo Capo d’Orlando tra i comuni Siciliani con la percentuali di differenziata maggiore, il nostro obiettivo è di raggiungere il 65% in quanto ciò porterebbe ad una riduzione del costo pro-capite di circa il 20%.“. Il consigliere di minoranza uscente ha dimostrato, dati alla mano, che il Comune di Capo d’orlando, nel 2015, non rappresenta proprio uno dei comuni siciliani con la percentuale di differenziata maggiore in quanto si è fermata a soltanto il 15% nononstante, ha dichiarato Alessio Micale, il costo elevato che ogni cittadino paga.

Giuseppe Trusso di “Valore Pubblico” ha trattato il tema del bilancio, delle spese che possono e devono essere riviste. Soldi che giornalmente vengono sperperati secondo Trusso ma che invece andrebbero investiti in servizi maggiori. “Il vero orgoglio orlandino è questo e non quello sbandierato”.

liste 01

Infine, prima dell’intervento del candidato sindaco Salvatore Librizzi, il saluto dei due assessori designati, Daniela Trifilò e Gaetano Sanfilippo. Dopo aver dato la parola a tutti i rappresentanti della coalizione, è stata la volta di Salvatore Librizzi. Un lungo discorso che ha coinvolto la Piazza. Diversi i temi trattati: dai diversamente abili, alla lotta alla povertà; quindi i commercianti, la scuola, l’abbattimento dei costi della politica e i giovani. “Abbiamo deciso di parlarvi con estrema sincerità perché non vogliamo prendere in giro nessuno – ha affermato Salvatore Librizzi -. Basta spreco di denaro pubblico, basta esperti che costano centinaia di migliaia di euro al Comune. Questi soldi li sfrutteremo per migliorare Capo d’Orlando e non lo faremo a ridosso delle elezioni solo per ottenere consensi. L’Amministrazione non deve farci arricchire ma deve risolvere i problemi dei cittadini”. Un passaggio ironico Librizzi lo ha dedicato alla “marmellata di arance amare”. “Ho commissionato dei rilievi scientifici che dimostrano la commestibilità della marmellata che ho fatto confezionare e inviare anche al primo cittadino Enzo Sindoni che non so se l’ha assaggiata. Io si ed è buonissima”.

liste 05

Chiusura ad effetto per il candidato Sindaco Salvatore Librizzi che ha chiamato accanto a se due candidati extracomunitari perfettamente integrati a Capo d’Orlando da oltre 20 anni. Moufida Saidani e Abass Badiane. “Prendiamoci tutti per mano perché questo è il nostro modo di governare, per tutti e non soltanto per qualcuno”.

Questo pomeriggio alle 17 è previsto il confronto su Radio DOC. Come già annunciato il candidato Sindaco Franco Ingrillì ha deciso di non partecipare.

Print Friendly

clean-service


mt-infissi


uniscuole

Articoli Correlati

Close