aflano scorta antoci

Alfano incontra Antoci e la scorta.”Arrivano 12 corpi speciali” – L’intervista

Sant’Agata Militello – “Arrivano 12 corpi speciali”, questo l’annuncio del “Ministro dell’Interno Angelino Alfano in visita a per manifestare vicinanza e solidarietà al  Presidente del Parco dei Nebrodi ed al Vice Questore Aggiunto Daniele Manganaro , vittime nei giorni scorsi di un vile agguato mafioso.

Nonostante la fittissima agenda d’impegni ha raggiunto in elicottero la città per presiedere il Comitato  per l’ordine e la sicurezza pubblica indetto in via straordinaria  a palazzo Gentile, sede del Parco per innalzare i livelli di guardia e di protezione alla luce dei gravissimi fatti accaduti.

alfano elicottero

“Un ulteriore attacco allo Stato, ma stavolta hanno perso la sfida, il coraggio di un uomo Antoci, che ha inflitto un duro colpo alla mafia”, prosegue Alfano.  Un abbraccio caloroso e commovente a testimonianza della forte presenza dello Stato.   “Lo Stato non fa un passo indietro, ma due in avanti-continua il Ministro- accendendo i riflettori su questo territorio, arriveranno 12 reparti prevenzione crimine, composti ciascuno da 3 unità in tutto saranno 36 uomini , 3 già giungeranno oggi e 9 lunedì nel giorno in cui ricorre l’anniversario di Giovanni Falcone, questo arrivo non è certo casuale. La mafia è disposta a tutto pur di non rinunciare ai soldi è un topo che si infiltra nel formaggio, ogniqualvolta fiuta affari lucrosi”.

alfano tavolo

La convocazione dell’organo consultivo al quale hanno preso parte  il Governatore Rosario Crocetta, il presidente Antoci, il Questore di Messina Giuseppe Cucchiara, il vice Prefetto Vicario Maria Antonietta  Cerniglia, il sindaco della città Carmelo Sottile ed il primo cittadino di Santo Stefano di Camastra Francesco Re, il comandante provinciale dei Carabinieri ed il comandante il Gruppo Guardia di Finanza ed il Vice Questore Aggiunto Daniele Manganaro, rappresenta la pronta reazione dello Stato e delle istituzioni all’azione di guerriglia perpetrata ai danni di Antoci, salvo per la prontezza di riflessi della sua scorta e per il provvidenziale e decisivo intervento di Manganaro, dirigente del locale commissariato di Polizia Ed ancora il Presidente Rosario Crocetta:” Noi di fronte alla mafia che sfida in questo modo lo Stato e che attenta concretamente alla vita della gente rispondiamo in modo più forte. Ho insediato una  commissione insieme all’assessore alla Salute per la gestione delle carni macellati da parte della mafia e daremo la migliora risposta anche su questo fronte”. Prima di iniziare il vertice il ministro Alfano ha incontrato il commissario Manganaro e gli uomini della scorta ai quali ha rivolto parole di elogio per l’ineccepibile lavoro di squadra svolto a protezione del Presidente del Parco.

alfano manganaro

Presenti inoltri numerosi sindaci del comprensorio nebroideo, la deputazione nazionale e regionale tra i quali il Senatore Bruno Mancuso, gli onorevoli Nino Germanà, Giampiero d’Alia , Giuseppe Garofalo, Sonia Alfano, Beppe Lumia e gli esponenti delle istituzioni locali.  Superato il trauma e la paura  – afferma Giuseppe Antoci- inizia la fase due, post attentato, all’insegna della consapevolezza e dell’andare avanti, l’accaduto ci dimostra che la strada intrapresa è quella giusta e non abbiamo intenzione di indietreggiare , ma andremo avanti nella lotta senza quartiere contro la mafia”. “Esprimo grande apprezzamento- ha affermato il sindaco Sottile per la presenza del Ministro nella nostra città e nel nostro comprensorio nebroideo,palese conferma dell’attenzione del Governo verso la provincia di Messina e l’hinterland, facendoci sentire , sia come amministratori, che cittadini meno soli”. Il Senatore dei Nebrodi Bruno Mancuso ha ribadito ” Nella drammaticità dei fatti accaduti ci conforta la vicinanza delle istituzioni, che interrompe una spirale malavitosa nel nostro territorio, bisognoso di legalità per crescere” Oggi – prosegue – ho insediato questa commissione insieme all’assessore alla Salute per la gestione delle carni macellati da parte della mafia e daremo la migliora risposta anche su questo fronte”.  Stamattina alle ore 10 si svolgerà una manifestazione di solidarietà al Presidente del Parco dei Nebrodi ed alla Polizia di Stato, alla quale prenderanno parte  tutti i sindacidell’hinterland, la FAI Anti-racket nazionale rappresentata da Tano Grasso e Pippo Scandurra, il coordinatore provinciale della FAI Messina, Giuseppe Foti e l’Associazione Pio La Torre, rappresentata dal Presidente Vito Lo Monaco, con l’adesione dei Sindacati confederali, la Fondazione Caponnetto e Libera Messina. L’evento vedrà inoltre la partecipazione di tutte le associazioni antiracket della Sicilia, le organizzazioni sindacali, le scuole, la società civile ed i cittadini del comprensorio. Il corteo partirà dalla sede del Parco dei Nebrodi, proseguirà per alcune vie della città, con il passaggio dalla sede del Commissariato di Polizia di Stato e si concluderà in Piazza Castello, nella quale è previsto l’intervento di istituzioni regionali e nazionali. Lunedì giungerà Rosy Bindi, Presidente della Commissione parlamentare Antimafia.

Print Friendly

clean-service


mt-infissi


uniscuole

Articoli Correlati

Close