carmelo re attentato Antoci

I dettagli del gravissimo attentato ad Antoci! La DIA di Caltanissetta lo sta interrogando

San Fratello – Secondo alcune indiscrezioni sembra che i malviventi hanno chiuso la strada provinciale con dei massi prima ancora che sopraggiungesse il presidente Antoci con la propria autovettura. L’obiettivo degli attentatori sembra fosse quello di far scendere dall’auto blindata Antoci utilizzando le bottiglie incendiarie e poi sparare contro la vittima.

Gli uomini del commando erano quattro. Uno di loro è stato ferito ma insieme ai compagni è riuscito a fuggire quando la situazione è divenuta non più controllabile. Infatti quando l’uomo di scorta ha capito che qualcosa non andava vedendo i massi sulla carreggiata e un’auto messa di traverso ha immediatamente risposto al fuoco. Qualche secondo dopo è anche sopraggiunto il dirigente del commissariato di Polizia di Sant’Agata Militello Daniele Manganaro che ha dato man forte mettendo in fuga i malviventi.

Giuseppe Antoci si trova già presso la propria abitazione e proprio in queste ore sta rispondendo alle domande del Direzione Investigativa Antimafia di Caltanissetta.

Intanto il consiglio comunale di Santo Stefano di Camastra si sta riunendo in seduta straordinaria ed urgente per dimostrare solidarietà al presidente del parco (nella foto il Sindaco con alcuni suoi collaboratori mentre convoca seduta straordinaria questa mattina).

“La lotta alla criminalità deve andare avanti. La battaglia contro la mafia deve essere prioritaria, ha dichiarato ai nostri microfoni il sindaco Francesco Re. Condanniamo il vile gesto compiuto ed esprimiamo solidarietà alle persone coinvolte”.

Print Friendly

clean-service


mt-infissi


uniscuole

Articoli Correlati

Close